Nei giorni scorsi si è vociferato di un’imminente cessione delle quote di minoranza di Erick Thohir ad un fondo con sede ad Hong Kong, che potrebbe rilevarle a febbraio.

Secondo quanto scritto dal Corriere dello Sport, oggi in edicola, dietro al fondo ci sarebbe niente meno che Jack Ma, proprietario di Alibaba e uomo cinese più ricco:

Jack Ma. E’ questo il nome che circola con sempre maggiore insistenza negli ambienti economici del sud-est asiatico, in riferimento all’operazione che dovrebbe portare all’acquisto delle quote del club nerazzurro attualmente ancora in possesso di Erick Thohir (31%) da parte di un fondo con sede ad Hong Kong. Alibaba ha una partecipazione attorno al 20% nell’azionariato Suning: una partnership tutt’altro che casuale visto che è servita per costruire la potentissima piattaforma di e-commerce messa in piedi dal gruppo proprietario del club nerazzurro. Tra l’altro, recentemente, Jack Ma ha stretto un’alleanza diretta anche con il ramo sportivo di Suning. Mentre risale solo a pochi mesi fa un’immagine che ritrae Jindong e Steven Zhang, Jack Ma e Aleksander Ceferin, ovvero il presidente dell’Uefa, tutti insieme sulla terrazza del Suning Bellagio di Shanghai per celebrare l’accordo per 200 milioni complessivi con Alipay, piattaforma di pagamento online di Alibaba. Inoltre, in occasione di una recente visita milanese, Jack Ma ha avuto modo di incontrare anche Gabriele Gravina, presidente della Figc”.

Il CdS ha poi spiegato il legame tra il ricco imprenditore e il fondo di Hong Kong:

“Il numero uno di Alibaba, guarda caso, possiede anche un fondo privato di equity tra i più importanti della Cina. Si tratta dell’Yunfeng Capital, che ha il suo quartiere principale a Shangahi, ma anche una sede proprio ad Hong Kong. Le aree di investimento sono internet, tecnologia, salute, servizi finanziati, logistica, beni di consumo, ma anche media & entertainment. L’ulteriore tassello del mosaico è che Suning fa già parte del portafoglio di Yungfeng Capital. Insomma, tenuto conto che dietro la cessione del 31% di Thohir c’è proprio la regia del gruppo della famiglia Zhang, allora ci sono sufficienti indizi per credere che la pista Jack Ma-Yungfeng Capital sia quella giusta. Un legame così forte permetterebbe in futuro di variare la distribuzione delle quote senza particolari problemi. Senza contare le potenzialità di sviluppo che potrebbe offrire un socio come Jack Ma, che recentemente è diventato l’uomo più ricco della Cina, con un patrimonio personale che ammonta a 34,6 miliardi di dollari. Se possibile, dunque, l’Inter sarà ancora più solida e i canali per aumentare il fatturato si moltiplicheranno”.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.