A due giorni dal 222esimo derby della Madonnina, il capitano dell’Inter Mauro Icardi ha parlato ai microfoni di Sky Sport dell’attesa attorno alla stracittadina milanese tra le più sentite degli ultimi anni: “C’è un po’ di attesa, non volevamo si fermasse il campionato visto il grande periodo presosta. Ma siamo in grado di affrontare la gara nel migliore dei modi.”

Con l’Inter in Champions e il Milan che sembra aver costruito una rosa di livello, il derby di Milano sta tornando ad avere i riflettori che negli ultimi anni si erano spostati su altri palcoscenici: “Se devo scegliere chi togliere al Milan dico Higuain: loro hanno tanti grandi giocatori con esperienza e che giocano da tanto in Serie A, ma lui è quello che mancava al Milan. E’ un grandissimo attaccante che ha fatto una grandissima carriera. Le regole del gioco ci mettono a confronto, ma io sono tranquillo.”

Nerazzurri con un calendario tutt’altro che semplice: dopo il derby di domenica, mercoledì il Barcelona di Leo Messi aspetta Icardi e compagni al Camp Nou, poi Lazio all’Olimpico, Genoa in casa e blaugrana a San Siro: “Sono gare difficili, ma possiamo giocarcela e fare grandi prestazioni. Non so dire se ci dirà dove arriveremo, ma se vinceremo potremmo andare avanti nel migliore dei modi.”

Il centravanti argentino sembra avere un futuro meneghino ancora lungo: “Il rinnovo non so se arriverà prima di Natale, ma cercheremo comunque di trovare un punto di accordo. Io sono contento che il club ha deciso di tenermi: ci sono stati contatti e potevo scegliere di andarmene, ma ho deciso di restare qui anche per il bene della mia famiglia. Questa è casa mia, non potevo andare via. Avevo il sogno di giocare in Champions e l’ho raggiunto.” 





CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.