In contemporanea con la manifestazione Mondiale in Russia il campionato italiano, complice l’assenza della nostra Nazionale, è concentrato (come ogni anno in questo periodo) interamente sulla sessione di calciomercato in atto e quest’anno l’Inter sembra essere finalmente tornata grande protagonista.

I nerazzurri hanno utilizzato questo mese di Giugno per accumulare le plusvalenze necessarie per sistemare i conti con l’Uefa ed allo stesso tempo il ds nerazzurro Piero Ausilio sta lavorando per garantire una rosa adeguata al campionato e all’impegno Champions League. Così come avvenuto negli ultimi anni l’Inter sta provando, in modo egregio, a vendere i migliori talenti della “Cantera” nerazzurra, cedendoli quasi tutti con il “diritto di ricompra”. Non è il caso però di Nicolò Zaniolo, principale talento della Primavera di Vecchi e pedina di scambio per arrivare al colpo Radja Nainggolan: sacrificio accolto positivamente dai tifosi, che nonostante la stima per il ragazzo, sono entusiasti all’idea di avere in rosa il “Ninja giallorosso”.Quello di Nainggolan, arrivato a 24 milioni più i cartellini di Zaniolo e del bistrattato Santon (entrambi valutati 14 milioni) rappresenta il vero colpo sinora di questo calciomercato ed in questo modo, lo spesso criticato Ausilio, ha attirato il plauso del tifo nerazzurro. Un acquisto sul “Modello Juve” degli ultimi anni: Marotta e Paratici hanno attuato una politica di mercato “Nazionale” volta a strappare alle rivali in campionato i principali giocatori della rosa. E’ avvenuto con Pjanic dalla Roma ed Higuain dal Napoli in un trasferimento clamoroso per i modi ed i tempi utilizzati dal club bianconero; oltre a loro c’è anche il sogno Mauro Icardi, centravanti che secondo le ultime indiscrezioni, rappresenterebbe il sogno neanche troppo nascosto della dirigenza bianconera.

In questa prima fase del mercato l’Inter ha attuato una politica simile acquistando il miglior difensore della Lazio (rivale Champions fino all’ultima giornata) Stefan De Vrij, l’esperto terzino della Juventus Kwadwo Asamoah ed infine appunto Radja Nainggolan, considerato il miglior calciatore della Roma e probabilmente tra i migliori centrocampisti dell’intera Serie A. Il centrocampista belga ritrova il suo mentore Spalletti, allenatore che lo aiutò nella sua miglior stagione nel campionato italiano (13 reti nella stagione 2016/2017). A questi tre colpi si aggiunge poi l’argentino Lautaro Martinez, astro nascente del calcio in argentina e possibile erede del capitano Mauro Icardi. Un mercato clamorosamente low cost con l’Inter che ha praticamente incassato quasi 40 milioni dalla squadra Primavera. Sempre riguardo la questione giovani l’Inter ha prelevato in prestito con diritto di riscatto Laurens Serpe ed Eddie Salcedo, due tra i classe 2001 più interessanti sul panorama italiano. Dall’altra parte l’Inter ha incassato ben 14 milioni di euro da Radu e il promettente terzino Valietti.

Un mercato sotto i colpi della plusvalenza e che almeno fino a questo momento fa sognare i tifosi nerazzurri, che, dopo anni di delusioni e amare sconfitte, sono pronti e desiderosi di tornare alla vittoria!

CONDIVIDI
Salve a tutti, mi chiamo Mario e sono un grande appassionato di calcio. Inoltre mi interesso anche ad altri sport come tennis, basket e nuoto. Per il futuro il mio sogno è diventare un grande giornalista sportivo. Non dico la squadra del mio cuore, sta a voi indovinarla... :=)

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008