Inter-Barcellona, ritorna il grande calcio a San Siro: i nerazzurri vogliono mostrare la loro forza, Messi partirà dalla panchina

Stadio San Siro

Questa sera ritorna di scena la Champions League, che, vedrà impegnate le squadre italiane in due match molto complicati, Napoli-Psg, con gli azzurri pronti a giocarsi la qualificazione con il ricco club dello sceicco ed Inter-Barcellona, rematch dell’ormai storico match del 2010 nell’anno del Triplete.

Proprio questo è uno dei tanti motivi che porta tanta attesa nel match di San Siro, previsto il tutto esaurito ed un record di incassi di ben 5,8 milioni di euro, record totale per una squadra italiana. A San Siro da anni c’era attesa di campioni: sia l’Inter che il Milan hanno vissuto gli ultimi anni negli “scantinati” del calcio europeo ed ora, pian piano, provano la risalita verso il calcio che conta. Dopo anni di attesa, con tutto il rispetto per il Tottenham, che ha visto il successo dell’Inter alla prima giornata, arriva finalmente nella Scala del Calcio uno dei club più forti al mondo, guidato probabilmente solo in panchina da Lionel Messi, pronto a subentrare nel match in caso di difficoltà. La squadra di Valverde potrebbe raggiungere la qualificazione già questa sera con un successo mentre l’Inter ha bisogno di fare punti in vista del probabile decisivo match di Londra con il Tottenham.

Reduce da una serie di 7 successi consecutivi in Serie A, la squadra di Spalletti è chiamata a riscattare la prestazione dell’andata dove oltre al netto risultato di 3 a 0 il Barcellona, privo di Messi, è apparso totalmente fuori categoria rispetto ai nerazzurri. Come sottolineò Spalletti la squadra fu sottomessa dall’avversario, non fu capace di utilizzare le proprie armi e fu sovrastata anche psicologicamente dal tiki-taka blaugrana.

Nel match di questa sera i nerazzurri sono chiamati ad offrire una prestazione completamente diversa, li attendono i 75 mila nerazzurri, pronti ad essere il 12° uomo nella gabbia milanese.

Stasera il risultato non sarà fondamentale in ottica qualificazione, ma l’Inter deve dimostrare finalmente di essere tornata tra le grandi d’Europa, o quantomeno, di poter riuscirci in poco tempo. In ottica qualificazione anche un punto invece sarebbe fondamentale, premettendo un probabile successo del Tottenham in casa contro il Psv Eindhoven.

Le ultime danno i nerazzurri con la formazione ideale e Spalletti è pronto a lanciare undici leoni. Ora sta alla squadra rispondere sul campo e dimostrare al mondo che l’Inter è tornata!

CONDIVIDI
Salve a tutti, mi chiamo Mario e sono un grande appassionato di calcio. Inoltre mi interesso anche ad altri sport come tennis, basket e nuoto. Per il futuro il mio sogno è diventare un grande giornalista sportivo. Non dico la squadra del mio cuore, sta a voi indovinarla... :=)