Il nuovo direttore sportivo dell’Internazionale di Milano, Dario Baccin, nonché ex difensore di Chievo, Napoli, Ascoli, Ternana, Treviso e Rimini è stato presentato durante il ritiro a Riscone insieme a due rinforzi arrivati per vestire la maglia della primavera, Zaniolo e Odgaard.

Il dirigente, ufficializzato il primo luglio, ha parlato anche di quelle che erano le sue alternative incalzato da una domanda su un suo sfumato arrivo nella Torino Bianconera: “Sì, è stata una possibilità. Non lo nego. Poi ognuno di noi prende le proprie decisioni, quindi ho scelto di venire qui“. Si lascia andare anche ad una sorta di commiato, nei confronti dell’attuale situazione in cui versa il Palermo, squadra da cui si è congedato: “Sono molto legato alla piazza, non posso fare altro che esprimere il mio dispiacere per gli ultimi avvenimenti. Spero il Palermo possa superare queste difficoltà”

Riguardo al mercato, molto diplomaticamente ha lasciato intendere che non è lui ad occuparsi delle questioni bollenti come le trattative per Dalbert e BerardiRitengo Ausilio sia la persona giusta per rispondere a questo tipo di domande“. Anche sulla trattativa che dovrebbe portare Pellegri e Salcedo: “Stiamo facendo dei ragionamenti. Parliamo di trattative per ragazzi molto bravi, ma non ci sono stati rallentamenti. Non c’è particolarmente urgenza in questo momento“.

CONDIVIDI
Nasce a Roma nel 1991. Appassionato di parole, in qualsiasi forma o attraverso qualsiasi mezzo di trasmissione.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008