Stando a quanto riportato da FcInterNews, Dario Baccin esce allo scoperto e ammette i contatti con l’Inter. L’attuale responsabile del settore giovanile del Palermo ha parlato ai microfoni di Tgs, rilasciando delle importanti dichiarazioni sul futuro: “Io all’Inter? Diciamo che ci sono stati dei contatti, in passato, con la Juve e, più di recente, con l’Inter: non è il segreto di Pulcinella. Ovviamente, io ho parlato molto chiaro con tutti, in primis con la mia società che è il Palermo e da tempo chiedo un po’ delle risposte, delle garanzie su quello che dovrà essere il lavoro da portare avanti. Le difficoltà, i ritardi e i rinvii che in questo momento sono legati a questo passaggio di consegne sta facendo slittare i tempi in maniera molto difficile per poter immaginare un futuro per il nostro settore con una programmazione di un certo tipo. Il nostro lavoro va programmato con dei mesi in anticipo e noi siamo tremendamente in ritardo: al di là di questo, si potrebbe comunque pensare di farlo, ma ad oggi diciamo che non c’è stato nessuno che sia venuto a dire di continuare a programmare. Quindi, in questo momento, è normale che io, i miei collaboratori e il nostro staff, che siamo tutti in scadenza di contratto, dobbiamo cercare di guardarci intorno, anche nel rispetto di quello che abbiamo fatto e nel rispetto delle nostre famiglie.

Se mi sono dato un tempo? Il tempo è scaduto da un pezzo, nel senso che se siamo ancora qua ad aspettare nella speranza che possa succedere qualcosa è solo per una motivazione: cioè avere speso tutto quello che avevamo nel progetto Palermo. E questo credo che non potrà mai togliercelo nessuno, al di là dei risultati che abbiamo conseguito e che avremmo potuto ottenere anche di più. Quando tu sai che devi fare la nuova programmazione tra marzo e aprile, e arrivi a fine maggio senza certezze, fai fatica a essere ottimista, fai fatica a pensare che vi possa essere un futuro migliore di ciò che è stato costruito finora: c’è la speranza, ma si fa fatica a pensare che si possa migliorare. Siamo dei professionisti e, in quanto tali, credo che la società, come fa quando ha dei calciatori bravi a scadenza di contratto, si debba premunire a rinnovare per tempo. Funziona così ovunque. A maggior ragione deve succedere con i propri dirigenti. E allora, se a un giocatore non viene rinnovato il contratto, qualche motivo ci deve essere. Non so, ce ne possono essere mille. Qui c’è un settore giovanile che funziona bene. Io chiaramente ragiono con le cinquanta persone che lavorano con me, non solo per me: dieci allenatori, dieci dottori, dieci fisioterapisti… Io li rappresento: li ho sempre rappresentati in questi anni. La mia non può essere una scelta a cuor leggero: non posso prendere e andare via… Inter, Juve, Milan, Verona etc… Io ho fatto sempre una scelta, mettendo gli altri davanti a me, però arriva un momento in cui serve ricevere delle garanzie.

Baccaglini? Se mi ha detto di aspettare ancora un po’? Io Baccaglini non lo sento da due mesi. Nessuno del suo gruppo mi ha cercato. Ho avuto, perché è giusto dire la verità, due mesi e mezzo fa un contatto con Baccaglini e Baiguera: Baccaglini mi ha detto che io rappresentavo il futuro del Palermo, mi ha detto che avrebbero voluto continuare fortemente con il mio lavoro, con un ruolo da definire e da concordare. Sono passati due mesi e mezzo… Io credo che, al di là di un closing che può slittare, il lavoro in due mesi e mezzo debba andare avanti. Perché oggi ci sono dei giocatori che devono essere riscattati, ci sono dei calciatori che devono essere acquisiti, dei campi da affittare, delle convenzioni da rinnovare. Noi purtroppo siamo fermi, su tutto e la società ha il dovere di andare avanti, al di là di un closing”.

CONDIVIDI
Amante di Inter e del calcio in tutte le sue forme, Classe 1995, redattore di Novantesimo. Come la squadra che ama, si sente un po' pazzo anche lui a volte. Telecronista per Sportube e Helpdesk per BonelliErede. Hobby? Videogiochi, serie tv e libri.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008