Intercettato ai microfoni di Radio Radio tv Ciro Immobile ha parlato in vista della sfida di mercoledì tra Lazio e Juventus, valida per la finale di Coppa Italia. Ecco le sue parole:

“Stiamo molto bene. Cerchiamo di arrivare al match con la massima serenità. Mancano due giorni, siamo molto concentrati”. La Juventus, nel mentre, cade contro la Roma e mostra qualche falla: “Loro sono una grande squadra. Sono arrivati alla finale di Champions e una sconfitta ogni tanto ci sta. Siamo a conoscenza della loro forza e di conseguenza tutti i nostri pensieri vanno a questa sfida. Sappiamo che servirà la gara perfetta visto che la finale si slega dalle precedenti. La Juventus quando viene da pareggi o sconfitte solitamente è arrabbiata”. Come stanno i biancocelesti un po’ tutti se lo chiedono dopo la trasferta di Firenze: “La Lazio è serena, pronta e lavora bene. Siamo molto orgoglioso di quello che abbiamo fatto e andiamo avanti così. Stiamo facendo bene, la gente si diverte ed è questo ciò che conta. Il nostro obiettivo lo stiamo raggiungendo alla grande. Promettere un gol in finale? No, non li ho mai promessi dall’inizio dell’anno, porta bene così!”. Il progetto della Lazio e il futuro: “Sono coinvolto al 100%. Ho avuto la massima fiducia da quando sono arrivato e questo mi ha reso molto felice. Inzaghi sta andando alla grande. Sono contento per lui, è una brava persona e sta dando il massimo. L’Europa è il giusto coronamento del suo lavoro, di quello del presidente, del ds e di Peruzzi”. Questione rinnovi: “Non ne abbiamo parlato tanto, c’è stato il derby, poi la conquista dell’Europa. Siamo concentrati. Penso che una volta conclusa la stagione Tare e Lotito si riuniranno con loro e cercheranno di fare il bene dei giocatori della Lazio. Con noi hanno sempre lavorato bene e non abbiamo altri pensieri”.

Immobile e la Juventus: “Ho vissuto anni belli in bianconero. Arrivai a 16 anni, lontano da casa. Mantengo bellissimi ricordi, poi ognuno ha fatto le sue scelte”. Percentuali per la finale e punto sugli infortunati: “Ripeto, sono fortissimi. In campo daremo più del 100% perché sulla gara secca sappiamo di avere il 50% di possibilità. Servirà la giusta mentalità in uno stadio diviso a metà. I nostri tifosi saranno motivatissimi. Parolo ci sarà, è un lottatore. Non mollerà, vedrete”. Una domanda anche sulla Cina, legata all’evento: “Seguo il campionato cinese visto che c’è anche il mio ex allenatore, Maddaloni, che allena lì. È un piacere”.

CONDIVIDI
Salve a tutti, mi chiamo Mario e sono un grande appassionato di calcio. Inoltre mi interesso anche ad altri sport come tennis, basket e nuoto. Per il futuro il mio sogno è diventare un grande giornalista sportivo. Non dico la squadra del mio cuore, sta a voi indovinarla... :=)

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008