Il Napoli tuona contro Salvini: pronti ad iniziative clamorose in caso di discriminazione

Dopo i recenti spiacevoli episodi accaduti allo Stadio Meazza in occasione di Inter-Napoli, la società azzurra sottolinea con fermezza la sua posizione.

Se da una parte c’è il Ministro Salvini che ha dichiarato che non fermerà il campionato in caso di nuovi problemi razziali, dall’altra parte c’è il club di De Laurentiis che si è schierato naturalmente dalla parte di Koulibaly ed ha reso noto che i giocatori sarebbero pronti anche ad abbandonare il terreno di gioco in caso di nuovi spiacevoli episodi.

E’ inconcepibile come, in una società civile del terzo millennio, non ci sia ancora tutela verso questi problemi ed è ancora più inammissibile il completo menefreghismo delle autorità e delle alte cariche dello Stato verso la discriminazione razziale.

CONDIVIDI
Vincenzo, classe 1998, amante del bel calcio e della Juve. Il mio preferito: Roberto Baggio, IL GIOCATORE.