La vittoria del Milan in casa della Roma è stata di fondamentale importanza per i rossoneri, che sono tornati a vincere dopo un periodo no, e lo hanno fatto in casa di una diretta concorrente. Tante note liete per il Diavolo nella sfida dell’Olimpico, dove si è rivisto per ampi tratti di gara il Milan a cui eravamo abituati in questa stagione.

Qualcosa di nuovo, però, si è visto: Fikayo Tomori. Per il difensore arrivato a gennaio dal Chelsea, quella contro la Roma è stata la terza partita da titolare in campionato: tutte vittorie.

E’ ovvio, parlare di queste statistiche dopo appena tre partite non ha molto senso, ma sono puramente dati. Contro Bologna, Crotone e Roma (le partite in cui Tomori ha giocato 90 minuti) i rossoneri hanno subito 2 gol.

L’ex Chelsea si è dimostrato un difensore, se vogliamo, “vecchio stampo”. Sempre attaccato all’uomo, sempre aggressivo, con ottimo senso della posizione e duro nei contrasti. Nonostante ciò, ieri ha messo in mostra anche tutta la sua velocità: nel primo tempo insegue Veretout e gli porta via il pallone nonostante diversi metri iniziali di svantaggio.

Quella di ieri sera è stata probabilmente però la miglior partita del centrale inglese, che potrebbe essere una pedina fondamentale per lo scacchiere di Stefano Pioli.

Il brutto periodo di Romagnoli

Partiamo da quella che probabilmente è la nota più stonata di tutta la situazione: Alessio Romagnoli. Quella attuale è probabilmente tra le peggiori stagioni mai giocate dal numero 13 con la maglia del Milan. Spesso colpevole, spesso in ritardo, spesso disattento. Eravamo abituati ad un altro Romagnoli. Nelle ultime partite poi erano ancora più evidenti le difficoltà dell’ex Samp sul terreno di gioco.
Chiariamo: nessuno è qui per crocifiggere Romagnoli. Possono capitare stagioni sottotono, come possono capitare partite in cui nulla sembra andare bene. E’ un periodo, dovrà essere bravo lui ad uscirne.

Il problema del Milan nella prima metà di stagione è stata l’assenza di un degno sostituto: Gabbia ha fatto vedere qualcosa, ma è ancora molto giovane e acerbo, Kalulu anche ha fatto buone prestazioni, ma anche vari errori, Musacchio non pervenuto.

Ed è qui che la dirigenza rossonera è stata tempestiva nell’intervenire a gennaio: Tomori è l’uomo perfetto nel momento perfetto.
La concorrenza fa bene, è uno stimolo importante per migliorarsi. Sentirsi sicuri del proprio posto in squadra non sempre è positivo e la panchina ogni tanto aiuta per uscire da un brutto momento. E’ quindi fondamentale che esista un’alternativa al titolare non in forma.

L’alternanza tra i titolari di difesa del Milan

Se invece parliamo del piano puramente fisico e non di quello tecnico e mentale, per Pioli avere un terzo difensore che vale quanto i due titolari può essere oro che cola. Il mese di marzo sarà fitto di impegni per i rossoneri, che giocheranno ogni volta una partita nel mezzo della settimana. Mercoledì a Milano arriva l’Udinese, domenica ci sarà la trasferta di Verona e poi i due impegni di Europa League contro il Manchester United, intervallati dalla sfida di San Siro contro il Napoli. Tour de force che si chiuderà il 21 marzo con Fiorentina Milan.

Tra ieri, giorno della sfida con la Roma, e la trasferta di Firenze, passano 21 giorni: in questi 21 giorni il Milan giocherà 7 partite.

Capirete che giocare tutte e sette le gare con gli stessi effettivi è praticamente impossibile. Ecco perché l’ingresso nelle gerarchie di Tomori, accompagnato da un recupero di Romagnoli, può essere di fondamentale importanza. Anche Kjaer, pilastro della difesa rossonera quest’anno, ha bisogno di riposo. Siamo sicuri che tra mercoledì e domenica vedremo la coppia Romagnoli – Tomori.

Pioli ha trovato il suo asso nella manica e ha aspettato il momento giusto per lanciarlo sul tavolo. Potrebbe essere stata la mossa vincente.

CONDIVIDI
Classe 1997, studente di Culture Digitali e della Comunicazione presso l'Università Federico II di Napoli. Da sempre appassionato di calcio, con il sogno di diventare giornalista. Web content e Social Media Manager per il Napoli Calcio a 5.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008