Gabriele Gravina, prossimo numero uno FIGC, si è confessato ai colleghi del Messaggero prestando particolare attenzione al caos scudetti Juve, alla sitazione Mancini ed ai prossimi incarichi da Presidente. Ecco l’intervista:

“Juventus? I bianconeri in Italia sono più avanti rispetto agli altri. Non mi piace fermarmi a contare il numero degli scudetti. Io credo che la Federcalcio non possa usare il pallottoliere per contare gli scudetti di una società. Se qualcuno lo ha fatto, bisogna chiedere a lui. Non ho nessuna intenzione di focalizzare il mio tempo su vicende del passato. Comunque la federazione ha diffidato la Juventus, ma oltre non possiamo andare. Se loro continuano a dirlo, cosa facciamo? Ognuno rimane delle propria idea”.

CAPITOLO MANCINI – “Non l’ho scelto io, è stata la Figc che io rispetto. Però non si può giudicare il lavoro di un presidente federale guardando solo i risultati della Nazionale”.

CAPITOLO PRESIDENZA – “Le priorità? Stilare un codice dei controlli, riformare la giustizia sportiva e soprattutto le riforme dei campionati. L’iscrizione ai campionati, madre di tutti i mali. Io penso che rispetto al format attuale si debba dare la certezza nei riferimenti. Dovremo eliminare le zone d’ombra che ci sono soprattutto nella modalità d’applicazione”.

CONDIVIDI
Vincenzo, classe 1998, amante del bel calcio e della Juve. Il mio preferito: Roberto Baggio, IL GIOCATORE.