#GodSavethePremierLeague – Introduzione al Manchester City

Nome squadra – Manchester City Football Club

Città d’origine – Manchester, borgo metropolitano con titolo onorifico di città, e capoluogo della contea della Grande Manchester

Stadio – Etihad Stadium (55 097 posti)

Soprannome –  Citizens (Cittadini), chiamati così visto che storicamente i tifosi del City appartengono alla classe operaia di Manchester rispetto ai rivali locali dello United

Rosa

NUMERO NOME ANNO DI NASCITA RUOLO
1 Claudio Bravo 1983 POR
31 Ederson 1993 POR
Da assegnare Scott Carson 1985 POR
5 John Stones 1994 DC
14 Aymeric Laporte 1994 DC
15 Eliaquim Mangala 1991 DC
30 Nicolas Otamendi 1988 DC
2 Kyle Walker 1990 DD
27 Joao Cancelo 1994 DD
Da assegnare Pedro Porro 1999 DD
11 Oleksandr Zinchenko 1996 DS
12 Angelino 1997 DS
22 Benjamin Mendy 1994 DS
8 Ilkay Gundogan 1990 CC
16 Rodri 1996 CC
25 Fernandinho 1985 CC
47 PhilFoden 2000 CC
75 Aleix Garcia 1997 CC
Da assegnare Ryotaro Meshino 1998 CS
17 Kevin De Bruyne 1991 TRQ
21 Davide Silva 1986 TRQ
20 Bernardo Silva 1994 AD
26 Riyad Mahrez 1991 AD
7 Raheem Sterling 1994 AS
19 Leroy Sané 1996 AS
9 Gabriel Jesus 1997 ATT
10 Sergio Aguero 1988 ATT

Allenatore – Pep Guardiola (confermato): per un breve periodo è stato il sogno proibito dei tifosi della Juventus prima dell’arrivo di Maurizio Sarri. Il tecnico spagnolo ex Barcellona e Bayern Monaco ha fatto incetta di trofei anche in Inghilterra e sta apportando la mentalità europea anche al Manchester City, squadra nuova a questa realtà dopo anni nei bassifondi del calcio inglese.

Analisi – Stagione pazzesca da parte dei ragazzi di Guardiola che hanno vinto tutto quello che c’era da vincere in Inghilterra nonostante l’agguerrita concorrenza. Una delle Premier League più belle di sempre spuntata 98 a 97 sul Liverpool, due finali vinte col Chelsea (Community Shield e Coppa di League) e la FA Cup contro il Watford grazie ad un rotondo 6-0. In Champions League hanno messo in scena una partita da cardiopalma contro il Tottenham prima di uscire tra VAR e polemiche. Per la prossima stagione è richiesta come minimo la vittoria del campionato.

Probabile formazione – MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Cancelo, Stones, Laporte, Zinchenko; D. Silva, Rodri, De Bruyne; B. Silva, Aguero, Sterling

Top player – Avremmo potuto scegliere chiunque vista la grande qualità e quantità di calciatori fenomenali in maglia azzurra. La scelta è ricaduta sul miglior marcatore in attività della Premier League ovvero Sergio Aguero. El Kun dal 2011 ad oggi ha segnato 231 goal e fornito 69 assist in 338 presenze col Manchester City. L’ex Independiente e Atletico Madrid è una vera e propria leggenda del club sin dal suo storico goal al QPR nel 2012 che ha consentito ai Citizens di vincere all’ultimo respiro la Premier League  a distanza di 44 anni dall’ultima volta.

Giovane promessa – Guardiola l’ha definito “Il miglior talento che abbia mai incontrato” e considerando la grande esperienza e bravura in materia del tecnico di Santpedor, converrebbe ascoltare Pep e cominciare a seguire da vicino Phil Foden. I tifosi più appassionati e attenti avranno sicuramente già ammirato il talento classe 2000 durante la sua breve, ma intensa carriera. La scorsa stagione ha collezionato diciotto presenze e un goal in Premier League e quattro gettoni in Champions League, anche qui realizzando una rete. Nelle coppe nazionali ha fatto il pieno con cinque goal e due assist in nove partite. Numeri interessanti per il ragazzo prodigio di Stockport che può giocare sia da centrocampista centrale che da trequartista grazie al suo mix di tecnica e fisicità. Quest’anno potrebbe fare un ulteriore passo avanti sotto l’attenta guida di Guardiola.

TRASFERIMENTI

Acquisti

NOME PROVENIENZA COSTO RUOLO
Rodri Atletico Madrid 70 mln CC
Joao Cancelo Juventus 65 mln DD
Pedro Porro Girona FC 12 mln DD
Angelino PSV Eindhoven 12 mln DS
Zack Steffen Columbus Crew 8 mln POR
Scott Carson Derby Prestito POR
Ryotaro Meshino Gamba Osaka Ignoto CS

Spesa per acquisti – 167 milioni di euro

Cessioni

NOME DESTINAZIONE COSTO RUOLO
Danilo Juventus 37 mln DD
Douglas Luiz Aston Villa 16,80 mln CC
Fabian Delph Everton 9,50 mln CC
Manu Garcia Sporting Gijon 4 mln TRQ
Pablo Mari Flamengo 1,70 mln DC
Vincent Kompany Anderlecht Gratis DC
Anthony Caceres Sidney FC Gratis CC
Luke Brattan Sydney FC Gratis CC
Arijanet Muric Nottingham Forest Prestito POR
Patrick Robert Norwich Prestito AD
Ante Palaversa KV Oostende Prestito CC
Philippe Sandler Anderlecht Prestito DC
Zack Steffen Fortuna Duesseldorf Prestito POR
Tosin Adarabioyo Blackburn Prestito DC

Incasso dalle cessioni –69 milioni di euro

Acquisto top – Un mediano, all’occorrenza centrocampista centrale, perfetto per Guardiola. Il classe 1996 di Madrid rappresenta ciò di cui il City aveva bisogno in quella zona del campo, completando un super centrocampo con David Silva e De Bruyne che fungeranno da mezze ali ai suoi fianchi. Era approdato all’Atletico dopo 84 presenze al Villareal ma è bastata una stagione per far ottenere al club di Madrid una plusvalenza di 45 milioni. Le sue prestazioni con i Colchoneros hanno stregato i tifosi di tutta Europa, ma alla fine è stato il Manchester City a spuntarla.

Possibile rimpianto – La rosa sembra abbastanza profonda e soprattutto con le riserve all’altezza dei titolari. A dare un grosso dispiacere ai Citizens è stata la rottura del legamento crociato di Sané che ieri è stato schierato titolare a sorpresa da Pep Guardiola nella Community Shield vinta contro il Liverpool, salvo uscire al 13esimo. Il 23enne tedesco era ad un passo dal trasferimento record al Bayern Monaco per una cifra enorme (si parlava di 200 milioni di euro) che avrebbe sicuramente finanziato le casse del City, pronto a reinvestire anche a gennaio. Rimarranno tutte supposizioni in quanto il calciatore ex Schalke 04 dovrà stare fuori almeno sei mesi.

Valutazione mercato – 7. Quello di Rodri è uno dei migliori acquisti della sessione estiva in quanto funzionale e ovviamente di pregevole qualità. Lo scambio Cancelo-Danilo più conguaglio a favore della Juventus sembra essere comunque un’ottima mossa di mercato secondo i tabloid inglesi e non solo, visto il minutaggio limitato dell’ex Porto e Real Madrid al cospetto delle qualità del portoghese. Solita scorpacciata di giovani, girati in prestito con la speranza di riaverli pronti negli anni a seguire. La mancata cessione di Sané si è rivelato un boomerang di dimensioni clamorose sia per i milioni che avrebbe potuto incassare il City sia per il grave infortunio del tedesco.

Obiettivo della società – Primo posto.

Pronostico: 1°

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008