#GodSavethePremierLeague – Introduzione al Liverpool

Nome: Liverpool Football Club         

Città d’origine – Liverpool, città portuale ed industriale del Merseyside

Stadio – Anfield (54.074 posti)


Soprannome – The Reds (I Rossi), nickname che richiama il colore della divisa nonché dei colori sociali del club

Rosa

NUMERO NOME ANNO DI NASCITA RUOLO
1 Alisson 1992 POR
13 Adrian 1987 POR
4 Virgil Van Dijk 1991 DC
6 Dejan Lovren 1989 DC
12 Joe Gomez 1997 DC
32 Joel Matip 1991 DC
2 Nathaniel Clyne 1991 DD
66 Trent Alexander-Arnold 1998 DD
26 Andrew Robertson 1994 DS
3 Fabinho 1993 CC
5 Georginio Wijnaldum 1990 CC
7 James Milner 1986 CC
8 Naby Keita 1995 CC
14 Jordan Henderson 1990 CC
15 Alex Oxlade-Chamberlain 1993 CC
20 Adam Lallana 1988 TRQ
11 Mohamed Salah 1992 AD
23 Xherdan Shaqiri 1991 AD
10 Sadio Mané 1992 AS
9 Roberto Firmino 1991 ATT
27 Divock Origi 1995 ATT

 
Allenatore – Jurgen Klopp (confermato). Il tecnico tedesco, Vate del Gegenpressing, da lui esportato in  Inghilterra, si è finalmente tolto l’etichetta del perdente di lusso che non gli spettava. Dopo aver conquistato due Bundesliga ed una Coppa di Germania col Borussia Dortmund, a maggio scorso l’allenatore di Stoccarda è riuscito a coronare il sogno di vincere la Champions League, che gli era sfuggita proprio con i tedeschi. Il prossimo punto della to-do-list di Klopp è ora la vittoria della Premier League, persa per un solo punto lo scorso anno. Il dogma del tecnico teutonico è il pressing asfissiante ed un calcio verticale ed intenso, praticabile soprattutto con moduli quali il 4-3-3 od il 4-2-3-1.

Analisi – La stagione scorsa del Liverpool è stata quasi perfetta. I Reds sono tornati a vincere la Champions League dopo 14 anni ed hanno sfiorato la vittoria della Premier League. Una questione di millimetri: il salvataggio di Stones sulla linea per 11 millimetri in Manchester City-Liverpool, che ha preservato la vittoria dei Citizens, è stato decisivo ai fini della vittoria finale. La squadra di Klopp riparte da una base solida ed ha concrete possibilità di difendere il titolo di Campioni d’Europa e lottare per la Premier League.

Probabile formazione – LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Van Dijk, Matip, Robertson; Henderson, Fabinho, Wijnaldum; Salah, Firmino, Mané.      

Top player – Il Liverpool può vantare tra le proprie fila il miglior difensore del mondo attualmente, Virgil Van Dijk. La cifra per cui era stato acquistato aveva inizialmente destato scalpore, ma il centrale olandese ha smentito tutti con le sue prestazioni: l’arrivo dell’ex Southampton ha registrato una difesa che in precedenza destava parecchia insicurezza. Van Dijk può vantare il record di non essere mai stato saltato in 64 partite stagionali lo scorso anno, oltre ad aver messo a segno qualche gol pesante ed essere concretamente in lizza per il Pallone d’Oro.

Giovane promessa – Il 2019/2020 può essere la stagione della verità per Joe Gomez: Van Dijk non ha un compagno fisso nel reparto arretrato ed il Liverpool ha deciso di non operare acquisti nel ruolo. Il centrale inglese può avere così la possibilità di mettere in mostra le sue qualità e di dimostrare di essere all’altezza dei Reds, che d’altro canto sembrano avere fiducia in lui.


TRASFERIMENTI

Acquisti

NOME PROVENIENZA COSTO RUOLO
Sepp van den Berg PEC Zwolle 1,90 mln DC
Adrian West Ham United Gratis POR

Spesa per acquisti – 1,90 milioni di euro

Cessioni

NOME DESTINAZIONE COSTO RUOLO
Danny Ings Southampton 22,20 mln ATT
Simon Mignolet Club Bruges 7 mln POR
Harry Wilson Bournemouth Prestito/2,70 mln AD
Marko Grujic Hertha Berlino Prestito/2 mln CC
Taiwo Awoniyi Mainz Prestito/500mila ATT
Alberto Moreno Villareal Gratis DS
Ovie Ejaria Reading Prestito CC
Ben Woodburn Oxford United Prestito AS
Sheyi Ojo Glasgow Rangers Prestito AD
Daniel Sturridge svincolato ATT
Adam Bogdan svincolato POR
Connor Randall svincolato DD

Incasso dalle cessioni – 34,40 milioni di euro


Miglior acquisto – Il Liverpool non ha messo a segno acquisti di grande spessore e gli unici volti nuovi sono il promettente difensore van den Berg ed il portiere di riserva Adrian. La miglior mossa di mercato è dunque aver mantenuto intatta una squadra che ha dimostrato di poter vincere. I Reds hanno mantenuto tutti i big e possono mirare a migliorare grazie al grande affiatamento del gruppo.

Possibile rimpianto – Se è vero che il voler mantenere una certa continuità può premiare a lungo termine, bisogna anche affermare che al Liverpool avrebbe fatto comodo qualche piccola miglioria. Sia al centro della difesa che in mezzo al campo il livello poteva essere alzato con i giusti colpi, ma ciò di cui necessitavano assolutamente i Reds era di migliorare ed allungare la panchina, dove la diretta avversaria, il Manchester City, ha nettamente qualcosa in più.


Valutazione mercato – 5. La squadra che ha vinto la Champions League 2018/2019 non ha bisogno di troppi ritocchi. Così hanno deciso la dirigenza del Liverpool e Klopp per la sessione di mercato. Ad Anfield sono arrivati solo il promettente difensore van den Berg dal PEC Zwolle, aggregato all’Under 23,  ed il portiere Adrian dal West Ham. I Reds si sono concentrati in seguito sulle cessioni degli esuberi come Mignolet ed Ings riscattato dal Southampton. Nonostante la squadra sia effettivamente di livello, qualche innesto sarebbe potuto essere utile: nell’undici titolare potevano far comodo un rinforzo al centro della difesa ed a centrocampo, mentre la panchina poteva essere allungata.

Esordio in Premier League VS – Norwich (C)

Ultima di campionato VS – Newcastle (T)

Obiettivo della società – Primo posto.

Pronostico: 2°

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Studio le lingue straniere, adoro la letteratura francese ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008