#GodSavethePremierLeague – Introduzione al Leicester

Nome: Leicester City Football Club

Città d’origine – Leicester, città delle Midlands orientali, la cui economia trae vantaggio da un forte settore tessile


Stadio – King Power Stadium (32.312 posti)


Soprannome – The Foxes (le Volpi). Il soprannome richiama ovviamente la volpe, simbolo del club e presente anche nel logo. Il Leicestershire, contea dove ha sede la città di Leicester, è considerato il luogo di nascita della caccia alla volpe, un’attività molto popolare in Inghilterra fino al 2005, quando è stata vietata.

Rosa

NUMERO NOME ANNO DI NASCITA RUOLO
1 Kasper Schmeichel 1986 POR
12 Danny Ward 1993 POR
35 Eldin Jakupovic 1984 POR
4 Caglar Soyuncu 1996 DC
5 Wes Morgan 1984 DC
6 Jonny Evans 1988 DC
2 James Justin 1998 DD
21 Ricardo Pereira 1993 DD
3 Ben Chilwell 1996 DS
28 Christian Fuchs 1986 DS
Da assegnare Callum Elder 1995 DS
8 Youri Tielemans 1997 CC
18 Daniel Amartey 1994 CC
20 Hamza Choudhury 1997 CC
22 Matty James 1991 CC
23 Adrien Silva 1989 CC
24 Nampalys Mendy 1992 CC
25 Wilfred Ndidi 1996 CC
11 Marc Albrighton 1989 CD
10 James Maddison 1996 TRQ
19 Harvey Barnes 1997 TRQ
Da assegnare Bartosz Kaputska 1996 TRQ
27 Fousseni Diabaté 1995 AD
31 Rachid Ghezzal 1992 AD
Da assegnare George Thomas 1997 AD
7 Demarai Gray 1996 AS
9 Jamie Vardy 1987 ATT
13 Islam Slimani 1988 ATT
14 Kelechi Iheanacho 1996 ATT
17 Ayozé Perez 1993 ATT

 

Allenatore – Brendan Rodgers (confermato). Il tecnico nordirlandese è tornato a febbraio ad allenare in Inghilterra dopo tre anni di assenza: nel mentre l’allenatore di Carnlough ha arricchito il proprio palmares con due campionati scozzesi, due Coppe di Scozia e tre Coppe di Lega di Scozia. A febbraio però Rodgers non ha saputo resistere al fascino della Premier League, campionato in cui aveva avuto esperienze con Swansea, condotto ad un comodo undicesimo posto, e Liverpool, dove ha perso il titolo nel 2013/2014 a causa del celebre “Gerrard slip”(lo scivolone di Gerrard). Rodgers ha dunque lasciato il Celtic a stagione 2018/2019 in corso per sostituire Claude Puel al Leicester, conducendo la squadra al nono posto. Come da lui stesso dichiarato in un’intervista, il tecnico nordirlandese ama giocare un calcio “positivo”, sfruttando l’ampiezza del campo e giocando con creatività ma seguendo al contempo con una ferrea disciplina. Il modulo preferito è invece il 4-2-3-1, anche se a Leicester ha spesso schierato nel finale di stagione un 4-1-4-1.

Analisi – La stagione 2015/2016, divenuta celebre per la “favola Leicester”e che si è conclusa con il titolo per le Foxes, è (forse) impossibile da ripetere, ma per il club delle Midlands orientali era importante stabilizzarsi, cosa che si è effettivamente verificata. Il Leicester non ha avuto tracolli e negli ultimi tre anni è arrivato due volte nono ed una volta dodicesimo, restando spesso in lotta per un piazzamento europeo fino a poche giornate dal termine. L’inserimento nella bagarre per la conquista dell’ultimo posto che vale l’Europa è un obiettivo alla portata anche quest’anno per gli uomini di Rodgers, che puntano a fare bene anche nelle coppe.

Probabile formazione – LEICESTER (4-1-4-1): Schmeichel; Ricardo Pereira, Soyuncu, Evans, Chilwell; Ndidi; Ayoze Perez, Maddison, Tielemans, Albrighton; Vardy.


Top player – James Maddison è il classico giocatore che, seppur giocando in un contesto all’altezza del suo talento, ha sempre dimostrato il proprio valore. Questo è quanto accaduto quando vestiva la maglia del Norwich in Championship: nonostante giocasse nella seconda divisione inglese, il Leicester è rimasto impressionato dal talento del trequartista inglese ed ha deciso di investire 25 milioni di euro per assicurarselo. La scelta delle Foxes è stata lungimirante: Maddison è stato spesso il migliore tra gli alti e bassi della scorsa stagione, mettendo a segno 7 gol e fornendo altrettanti assist. Il centrocampista offensivo nato a Coventry è il cervello ed i piedi della fase offensiva del Leicester, nonché uomo chiave della formazione di Rodgers.

Giovane promessa – Youri Tielemans è considerato fin da quando era giovanissimo nell’Anderlecht un talento di primo livello. Nonostante la giovane età (22 anni), la somma delle cifre dei suoi trasferimenti sfiora già i 72 milioni di euro. Dopo non esser riuscito a dimostrare tutte le sue qualità in Francia al Monaco, il centrocampista belga si è trasferito già la scorsa stagione al Leicester, dove ha aiutato la squadra con i suoi 3 gol e 5 assist da gennaio. Quest’anno potrebbe arrivare la definitva consacrazione, qualora Rodgers dovesse affidargli una maglia da titolare inamovibile, più responsabilità e le chiavi del centrocampo.


TRASFERIMENTI

Acquisti

NOME PROVENIENZA COSTO RUOLO
Youri Tielemans AS Monaco 45 mln CC
Ayozé Perez Newcastle United 33,40 mln ATT
James Justin Luton 6,70 mln DD

Spesa per acquisti – 85,10 milioni di euro

Cessioni

NOME DESTINAZIONE COSTO RUOLO
Harry Maguire Manchester United 87 mln DC
Shinji Okazaki Malaga Gratis ATT
Danny Simpson svincolato   DD
Davide Lorenzo svincolato   AS

Incasso dalle cessioni – 87 milioni di euro


Miglior acquisto – Ayozé Perez è il colpo perfetto per questo Leicester. Duttile, capace di giocare sia da seconda punta che da ala grazie alla sua generosità, lo spagnolo permetterà a Rodgers una varietà di soluzioni tattiche utili per bucare le difese avversarie. L’attaccante sostituisce Okazaki, approdato al Malaga, è un acquisto futuribile, dato che ha solamente 25 anni e può essere una spalla perfetta per il centravanti Jamie Vardy. Inoltre con una spesa non esagerata le Foxes hanno indebolito una contendente come il Newcastle: l’acquisto di Ayozé Perez è promosso a pieni voti.

Possibile rimpianto – In un reparto in cui il minutaggio di capitan Wes Morgan sarà gradualmente sempre più limitato a causa dell’età del jamaicano, l’esperienza e la solidità di Harry Maguire mancheranno molto a Rodgers ed a tutto il reparto arretrato delle Foxes. Tuttavia il centrale inglese non poteva certo perdere il treno in direzione Manchester United e la cifra incassata dal Leicester, che lo rende il difensore più pagato di sempre, giustifica la cessione.


Valutazione mercato – 6,5.  Nonostanteuna perdita grave come quella di Maguire, il Leicester è uscito rafforzato da questa sessione di mercato. Le Foxes si sono assicurate un calciatore duttile come Ayozé Perez, che va a sostituire Okazaki, ed hanno riscattato il talento Tielemans, che ha un futuro radioso davanti e potrebbe condurre ad ottimi risultati la squadra oppure garantire un ottimo incasso in futuro. Dopo l’addio di Maguire, manca forse solo un centrale che sia una certezza e blindi la difesa di Rodgers. Nel complesso il mercato è coerente ed adeguato per raggiungere l’obiettivo posto dalla dirigenza.

Esordio in Premier League VS – Wolverhampton (C)

Ultima di campionato VS – Manchester United (C)

Obiettivo della società – Europa League.

Pronostico: 10°

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Studio le lingue straniere, adoro la letteratura francese ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008