La 37^ giornata della Premier League 2016/2017, iniziata insolitamente di venerdì e terminata come di consueto il lunedì sera, ha regalato l’ultimo verdetto per quanto riguarda la lotta salvezza, mentre ha lasciato apertissimo il discorso qualificazione in Champions League, con tre squadre in lotta per due posti.

Dopo la vittoria del Chelsea, che ha vinto al The Hawthorns contro il West Bromwich Albion grazie al gol all’82’ dell’uomo a sorpresa, Michy Batshuayi, che ha consegnato il titolo ai Blues ed ha spento così ogni velleità del Tottenham, gli Spurs hanno messo al sicuro il secondo posto, battendo per 2-1 il Manchester United nell’ultimo match della storia a White Hart Lane. La partita è stata aperta al 6′ da Wanyama, con Kane che ha raddoppiato al 48′ ed ha reso inutile il tentativo di rimonta dei Red Devils firmato Rooney al 71′. I londinesi hanno così raggiunto matematicamente il secondo posto ed hanno chiuso la stagione da imbattuti in casa (17 vittorie e 2 pareggi), mentre la squadra di Josè Mourinho è ufficialmente fuori dai giochi per una qualificazione in Champions League, almeno per quanto riguarda il campionato, dato che i mancuniani potrebbero partecipare ugualmente alla prossima edizione della massima competizione continentale battendo l’Ajax mercoledì 24 maggio nella finale di Europa League.

La corsa Champions rimane invece aperta per altre tre squadre, Liverpool, Manchester City ed Arsenal, che arriveranno a giocarsi gli ultimi due posti disponibili nella giornata conclusiva, in programma domenica prossima. Tutte e tre le compagini hanno infatti vinto nei rispettivi impegni: i Reds hanno asfaltato il West Ham con un netto 0-4 all’Olympic Stadium che porta le firme di Sturridge, Origi e Coutinho, a segno con una doppietta; i Gunners hanno calato anch’essi il poker ed hanno sconfitto in trasferta lo Stoke City (Crouch) grazie alla doppietta di Giroud ed ai gol di Ozil e Sanchez; qualche difficoltà in più invece per gli Skyblues, che hanno avuto la meglio del Leicester, a segno con Okazaki, con un combattuto 2-1 grazie alle marcature di David Silva ed al penalty trasformato da Gabriel Jesus.

La lotta salvezza si è invece chiusa sabato, con lo Swansea che, battendo 0-2 il Sunderland grazie alle reti di Llorente e Naughton, ha messo sufficiente distanza (4 punti ad una gara dal termine) tra sè e l’Hull City, capitolato malamente contro il Crystal Palace e dunque retrocesso matematicamente. L’errore di Ranocchia al 3′ ha spianato la strada a Zaha per il gol dell’1-0 ed ha favorito la vittoria delle Eagles, che sono dilagate poi grazie ai gol di Benteke al 34′, di Milivojevic su rigore all’85’ e di Van Aanholt al 90′. Le Tigers tornano così in Championship dopo un solo anno nella massima serie.

Nelle altre gare, 1-0 dell’Everton (Barkley) sul Watford, con i Toffees che si sono guadagnati un posto in Europa, 2-1 del Bournemouth (Stanislas, J. King) in casa col Burnley (Vokes) e 2-1 esterno del Southampton (Jay Rodriguez, Redmond) a Middlesbrough (Bamford).

Dopo i rcuperi in programma in settimana, che saranno decisivi per la corsa per un posto nell’Europa che conta, la Premier League 2016/2017 si concluderà domenica 21 maggio alle 16, quando tutte 20 le squadre scenderanno in campo in contemporanea.

RISULTATI 37^ GIORNATA:

West Bromwich Albion-Chelsea 0-1

Everton-Watford 1-0

Manchester City-Leicester 2-1

Bournemouth-Burnley 2-1

Hull City-Sunderland 0-2

Middlesbrough-Southampton 1-2

Sunderland-Swansea 0-2

Stoke City-Arsenal 1-4

Crystal Palace-Hull City 4-0

West Ham-Liverpool 0-4

Tottenham-Manchester United 2-1

 

CLASSIFICA 37^ GIORNATA:

Chelsea 87* (CAMPIONE)

Tottenham 80* (qualificata in Champions League)

Liverpool 73

Manchester City 72*

Arsenal 69*

Manchester United 65*

Everton 61 (qualificata ai preliminari di Europa League)

West Bromwich Albion 45*

Southampton 45*

Bournemouth 45

Leicester 43*

West Ham 42

Stoke City 41

Crystal Palace 41

Burnley 40

Watford 40*

Swansea 38

Hull City 34 (retrocessa)

Middlesbrough 28 (retrocessa)

Sunderland 24* (retrocessa)

*ogni asterisco una partita in meno

A cura di Alessio Nanni.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008