GIOVANNI FIORENTINO – Impressioni sulla prima di campionato, fra VAR e conferme tecniche

Fiorentino

Vogliamo la moviola in campo” ruggiva anni fa nel suo irresistibile italiano maccheronico Aldo Biscardi. Sarà presumibilmente soddisfatto del VAR, il cui utilizzo prolungato dovrebbe rappresentare una svolta epocale. Si tratta di un argomento che abbiamo già trattato sulle nostre pagine, analizzando pro e contro (QUI) quindi non mi dilungherò più di tanto. Rappresenta di sicuro un’arma in più a disposizione degli arbitri e la prima giornata di campionato ha già offerto un assaggio del suo utilizzo.

I primi novanta minuti hanno rilanciato (se mai ce ne fosse stato bisogno) le ambizioni bianconere, sepolte forse più dai detrattori che dagli addetti ai lavori stessi. Ad alti livelli servirà a mio avviso un periodo di assestamento in difesa,ma la strada tracciata è quella giusta e il mercato dovrebbe regalare ulteriori tasselli dietro e in mezzo al campo. Può esultare il Milan, che dopo la vittoria esterna del primo turno si è regalato l’attaccante che Montella chiedeva. Certo, Kalinic era il meno quotato tecnicamente del lotto comprendente anche Belotti e Aubameyang (decisamente meno abbordabili dal punto di vista economico) ma si tratta pur sempre di un attaccante esperto che ha garantito sinora un discreto bottino di gol.

Pollice alzato anche per la bistrattata Roma targata Di Francesco. L’allenatore abruzzese è impegnato nella difficile opera di ricostruzione del dopo – Spalletti: modulo nuovo, giocatori nuovi, ossatura da ricostruire. Al suo 4-3-3 d’ordinanza serve come il pane un esterno offensivo, Cuadrado o Mahrez che sia. Può sorridere anche il Napoli, con una qualificazione in tasca e l’impressione di potersela giocare con tutti, dato l’anno in più d’esperienza. Occorrerà però migliorare sotto il profilo del cinismo negli ultimi metri, perchè il gioco espresso e le occasioni create meritano di più. L’Inter certifica una volta di più l’importanza di Icardi (anche qui pochi dubbi in merito) e la sensazione che quest’anno possa finalmente riportare quel minimo di continuità nei risultati troppo spesso venuta meno nelle stagioni precedenti.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008