La clamorosa eliminazione come ultimi del girone dal Mondiale è stata una bastonata tremenda per la Germania, che era arrivata in Russia con tutti i favori del pronostico essendo la nazionale campione in carica.

Oltre all’addio anticipato alla competizione, però, c’è stata un’altra vicenda che ha fatto rumore nell’ambiente: l’addio di Mesut Ozil. L’attaccante dell’Arsenal, stanco delle discriminazioni razziali per la sua origine turca, ha spiazzato tutti scegliendo di prendere una strada diversa.

A distanza di non molti mesi dall’accaduto, tuttavia, pare giri voce di un possibile ritorno di Ozil tra i convocati del c.t. Joachim Low, che nel corso di un’intervista rilasciata alla Bild ha dichiarato: Mesut ha chiaramente fatto una scelta, chiudendosi la porta da solo. Fino ad oggi non mi ha chiamato, ho cercato di contattarlo nelle ultime settimane, anche via sms, via telefono, ma lui ha deciso di intraprendere questa strada e devo rispettarlo. Ozil è stato mio giocatore per nove anni, abbiamo vissuto molti momenti belli insieme, abbiamo vinto il Mondiale (nel 2014, ndr) e questo rimarrà per sempre. Sono ancora dell’opinione che sia stato uno dei migliori giocatori che abbiamo avuto in Germania negli ultimi 20, 30 anni. Un giorno parleremo, ci chiariremo, anche perché avrei desiderato che lui mi informasse personalmente e all’inizio sono rimasto deluso”.

CONDIVIDI
Ho 22 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008