Il baby-attaccante del Genoa, Pietro Pellegri, ha parlato a Premium Sport dopo aver fatto la sua prima storica doppietta in Serie A che, però, non è bastata ai genoani per sconfiggere la Lazio:

Ho realizzato un sogno che avevo fin da piccolo. Però pesa questa sconfitta che non meritavamo. Siamo un grande gruppo, anche in settimana ci alleniamo con cattiveria e abbiamo fiducia sia nel mister che nei nostri mezzi. C’è rammarico, ma nell’aria anche tanta voglia di ripresa. Sono sicuro che con il Chievo faremo una gran partita. Non ho abbandonato la scuola, quest’anno ne farò una privata per aiutarmi con gli allenamenti al mattino.

“Mio padre mi ha seguito nel calcio fin da bambino – afferma il giovane classe 2001 – ed è bello che si sia emozionato per me. Da quando ho iniziato a giocare mi ha sempre seguito, portandomi agli allenamenti con il freddo e sotto la pioggia. Nel calcio c’è lui, per la scuola mia mamma. Il mio idolo è Ibrahimovic, l’attaccante più forte del mondo“.

CONDIVIDI
Tifosissimo del Milan! Oltre al calcio, appassionato di Formula 1, Basket, Tennis e Ciclismo. Uno dei redattori all'interno di Fanta90. Gestisce la rubrica dedicata al calcio spagnolo: LaLiga Futbòl.