Il ds biancoceleste Igli Tare ha parlato a Premium Sport nel pre-partita di Genoa-Lazio.

Di seguito le sue parole: “La classifica è corta, e dobbiamo avere la mentalità e la fame che abbiamo avuto fino a adesso. Affrontiamo un avversario ferito e in cerca di punti ma anche la Lazio deve fare punti. Chi vive a Roma sa come funziona: si inventano sempre storie. Noi siamo sereni, in questa società la regia è di poche persone, tutti quanti con compiti ben precisi. Sappiamo bene di che pasta siamo fatti. Sapevamo che dovevamo aspettare la reazione di Luis Alberto: merito suo e dell’allenatore. Siamo ottimisti anche sul rinnovo di De Vrij: non voglio sbilanciarmi ma abbiamo un ottimo rapporto con lui e l’entourage e penso che alla fine vinceranno il buonsenso e la sua volontà.

Biglia e Keita hanno dato tanto alla Lazio e gli va dato atto. Questa squadra ha le qualità per andare avanti senza loro due. Siamo solo all’inizio di una stagione lunga, stiamo umili e lottiamo da soldati per uccidere i generali. Luis Alberto quando arrivò fu erroneamente indicato come sostituto di Candreva. Lui per me è meglio da seconda punta ma anche da mezzala. Lo vedrei regista anche se in quel ruolo devi essere più equilibrato e disciplinato. Ha tanto da dare e siamo contenti di averlo. Un giocatore che nel futuro della Lazio e dell’Italia sarà importante è Murgia. Negli ultimi tempi i giovani hanno un’altra mentalità: in lui vedo forza, determinazione e umiltà che lo può rendere un giocatore importante. Viene dal settore giovanile, l’abbiamo accompagnato per anni e si merita questo momento”.

CONDIVIDI
Amante di Inter e del calcio in tutte le sue forme, Classe 1995, redattore di Novantesimo. Come la squadra che ama, si sente un po' pazzo anche lui a volte. Telecronista per Sportube e Helpdesk per BonelliErede. Hobby? Videogiochi, serie tv e libri.