Si gioca al Luigi Ferraris di Genova l’anticipo serale della settima giornata tra Genoa Bologna; partita molto equilibrata tra le due squadre, anche a livello di falli, che termina con la vittoria dei bolognesi grazie ad un gol di Palacio arrivato nel miglior momento del Genoa. Nota di merito per Mirante, autore di alcuni interventi miracolosi che hanno contribuito alla vittoria della sua squadra.

LA CRONACA

Partita che sin dai primi minuti si rivela molto nervosa, con molte interruzioni di gioco e poche azioni, col primo cartellino giallo che arriva già al sesto minuto, con Pellegri che viene ammonito per un tackle su Pulgar. Le due squadre in campo giocano in maniera diametralmente opposta rispetto all’altra, gli uomini di Juric pressano alto cercando di soffocare gli avversari, mentre il Bologna approfitta delle ripartenze concesse dai rossoblu. L’asse Verdi-Palacio sembra funzionare bene, coi due che si intendono bene e si rendono pericolosi in più occasioni. Lo stesso Verdi è molto presente anche in fase difensiva, coprendo in più occasioni le cavalcate di Laxalt. Verso la fine del primo tempo il nervosismo sale ancora, e vengono ammoniti in rapida successione Palladino, Helander e Rossettini. Il primo tempo finisce dunque sul risultato di 0-0, pochissime le occasioni veramente pericolose da entrambi i lati.

Inizia il secondo tempo e i giocatori rientrano in campo, con l’unica eccezione di Pellegri che viene sostituito per far entrare Galabinov. Genoa che torna subito a pressare alto come per tutto il primo tempo, col solito Laxalt che prova il cross più volte senza però pescare nessuno dei compagni. Lo stesso Laxalt al minuto 54 va vicino al gol, spreca però il contropiede tirando fuori dallo specchio. Due minuti dopo Petkovic prende una brutta botta alla schiena e rimane a terra dolorante, il giocatore non ce la fa e viene sostituito da Destro. Occasione per il Genoa: dalla sinistra parte un cross perfetto per Galabinov, che però viene anticipato da un Helander molto attento, autore sin qui di un ottima prestazione difensiva. Pochi minuti dopo il Genoa ha un occasione clamorosa per passare in vantaggio: Laxalt serve Palladino, che dribbla un paio di avversari e la serve in mezzo, Ricci però spreca tirando altissimo da pochi metri. Ancora un’altra occasione per il Genoa che vuole a tutti i costi il gol: Lazovic serve Palladino e tira senza pensarci troppo, trovando però un ottimo Mirante che con un miracolo la devia; sugli sviluppi della stessa azione Veloso arriva al tiro e sgancia un missile, ma anche in questa occasione Mirante si oppone con una super parata. Appena un minuto dopo arriva come una doccia fredda il vantaggio del Bologna: palla di Pulgar per Palacio che, approfittando di un velo di Destro, supera Perin con un tocco di esterno destro, palla che tocca il palo ed entra. Dopo il gol il Bologna prende coraggio e si affaccia ancora nell’area rossoblu, senza però riuscire a finalizzare, mentre Juric decide di mandare in campo Pandev per Biraschi, nel tentativo di agguantare il pari. I rossoblu provano fino all’ultimo respiro a strappare il pari, senza però riuscire ad impensierire veramente un Mirante in forma smagliante. Partita che finisce quindi sullo 0-1 per il Bologna, nonostante il Genoa meritasse sicuramente qualcosa in più vista la prestazione della squadra di Juric.

GENOA-BOLOGNA 0-1

GENOA (3-4-2-1): Perin 6; Zukanovic 6,5, Rossettini 5, Biraschi 6 (Pandev 6); Laxalt 6, Veloso 5,5, Cofie 6,5, Rosi 5,5 (Lazovic 6,5); Ricci 5, Palladino 6,5, Pellegri 6 (Galabinov 6). A disp.: Bertolacci, Brlek, Centurion, Gentiletti, Lamanna, Migliore, Rigoni, Salcedo, Zima. All.: Ivan Juric 6.

BOLOGNA (4-3-3): Mirante 7; Mbaye 6, Helander 6,5, Gonzalez 6,5, Krafth 6 (Torosidis 6); Donsah 6,5, Pulgar 6,5, Poli 6; Palacio 7, Petkovic 6 (Destro 6,5), Verdi 6,5. A disp.: Crisetig, da Costa, De Maio, Maietta, Masina, Nagy, Okwonkwo, Ravaglia, Taider. All.: Roberto Donadoni 6.

MARCATORI: 73′ Palacio (BOL).

AMMONITI: Pellegri (GEN); Palladino (GEN); Helander (BOL); Rossettini (GEN); Krafth (BOL); Veloso (GEN).

ESPULSI:-

ARBITRO: Gianluca Rocchi (sez. Firenze) .

NOTE: Recupero 1′ p.t., 4′ s.t.

TOP 90ESIMO: MIRANTE 7 – autore di due miracoli salva risultato e sempre attento, con le sue parate evita la sconfitta della propria squadra contro un buonissimo Genoa.

FLOP 90ESIMO: RICCI 5 – difficile trovare un vero flop in questa partita, ma questo titolo va a lui per l’occasione clamorosa che si è divorato, se avesse messo dentro quella palla la partita probabilmente sarebbe finita in maniera diversa.

CONDIVIDI
Ama il calcio in ogni sua forma, che sia su erba, in spiaggia, in un palazzetto, a 5, a 11 o anche quello "da divano" su FIFA.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008