Sta decisamente bruciando le tappe e i risultati stanno arrivando: Pietro Pellegri, dopo un esordio da titolare da incorniciare lo scorso maggio a Roma nel TottiDay, condito con un gol che stava facendo andare di traverso il secondo posto ai tifosi giallorossi, ha esordito in questa stagione facendo subito capire che l’episodio dell’Olimpico non è stato un caso isolato, guadagnandosi un ruolo da titolare nell’undici di Ivan Juric. 

Il giovanissimo centravanti, classe 2001, è già a quota 2 gol questa stagione, siglati entrambi nella sconfitta casalinga per 2-3 contro la Lazio. E ovviamente, per un giovane che si mette in mostra, ci sono i top club che lottano per accaparrarselo.

Già quest’estate, il wonder boy rossoblu, era stato sondato (a dir poco) dall’Inter, che per il pacchetto completo, compreso di Salcedo Mora, era pronto a sborsare ben 60 milioni di euro. Da lì una sfilza di top club, italiani e non, hanno bussato alla porta del presidente Preziosi per chiedere informazioni riguardo questo baby attaccante, che quando parte da titolare segna sempre. 

E proprio Preziosi, dopo l’assemblea della Lega Calcio di oggi, ha parlato del suo gioiello e del mercato creatosi attorno alla sua orbita: “Non lo scopriamo certo oggi, è veramente molto forte. Il Milan si è interessato l’ultimo giorno di mercato, ma non lo ha mollato ancora. Su di lui ci sono altre 3 italiane, oltre a 3 club inglesi.” 

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.