Il prossimo anno sarà decisivo per Perin, che dovrà dimostrare di essere all’altezza e affidabile, anche e soprattutto fisicamente, in vista dei mondiali, la prossima estate.

Ai microfoni del Secolo XIX, il numero uno del Genoa ha dichiarato: “Mi sento pronto a fare il capitano. E’ un bel risultato per la società che lo diventi un ragazzo cresciuto nel settore giovanile: mi riempie di orgoglio. So però che un giocatore da solo non può fare nulla: in 10 anni di spogliatoio che un leader deve avere un gruppo forte che lo aiuta. L’obiettivo per quest’anno è essere uniti e compatti, cosa che non è successa l’anno scorso. Chiedo solo ai tifosi di riempire Marassi, ci serve il loro aiuto”. 

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008