Il giocatore del Genoa, Raffaele Palladino, ha parlato ai microfoni de Il Secolo XIX dopo la sfida contro il Chievo.

Queste le sue parole:  “La risposta c’è stata per 60 minuti abbiamo fatto bene contro una squadra esperta e forte che fa giocare male chiunque. Li abbiamo messi in difficoltà. Non riuscivano quasi mai a prenderci ma la minima disattenzione ci è costata casa. Ero convinto che la partita potevamo portarla a casa però dobbiamo vedere il lato positivo: la classifica non è bella ma noi ci siamo.

Juric è dispiaciuto perché vede che lavoriamo al cento uno per cento e facciamo quello che ci dice lui. Non vincere le gare come contro la Lazio e oggi dispiace. Ma ripeto, bisogna continuare così. Con l’Inter sarà dura, è vero, ma ce la vogliamo giocare come faremo in ogni partita. A noi manca una scintilla che poi sarebbe la vittoria. La squadra prenderebbe fiducia e da li potrebbe iniziare a volare

Pellegri? Sta facendo bene, con lui mi trovo bene in campo e fuori, è il mio fratellino, stare insieme a lui mi fa sentire più giovane. Pietro si applica molto, ha fame di arrivare. Personalmente sono convinto che farà una grande carriera. Era la prima gara giocata insieme ma l’intesa è stata subito buona e può solo migliorare”

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008