Genoa, la speranza di Criscito: “Genova nel cuore, vogliamo regalarle un sorriso”

Il terzino e capitano del Genoa Domenico Criscito, convocato da Mancini ij azzurro per i due impegni con Ucraina e e Polonia, è intervenuto ai microfoni del Secolo XIX.

Queste le dichiarazioni dell’ex giocatore dello Zenit, che domani spera di augurare assieme agli altri compagni di nazionale di regalare una bella serata di calcio alla città di Genova, ancora scossa dal tragico crollo del ponte Morandi:

 “Sia io che il mister abbiamo Genova nel cuore, insieme vogliamo regalarle un sorriso. E aiutarla a tornare più forte di prima. Al Ferraris con la maglia azzurra? E’ sempre una grande emozione, ci sono quelle 4 stelle sul pezzo. E poi stavolta giocheremo nel mio stadio, quello in cui ho iniziato a giocare e in cui sono tornato per ritrovare il Genoa e Genova. Rimpianti per la maglia azzurra? Non mancano, spesso penso a quel che mi è stato torlo. Tra il 2012 e il 2013 ho vissuto un periodo brutto, per fortuna avevo al mio fianco persone che mi hanno aiutato. Nazionale scarsa? Non ci sono i Totti, i Baggio, i Del Piero, ma ci sono tanti buoni giocatori, giovani interessanti. Chiesa, Pellegrini, Insigne e lo stesso Pellegri che è un 2001. Mi sembra molto forte”.

CONDIVIDI