Ivan Juric, allenatore del Genoa, ha fatto un resoconto sui primi giorni di ritiro del Grifone: “Stiamo crescendo in certe cose, in altre no: dal punto di vista tecnico qualche giocatore ha fatto meno di quanto mi aspettassi. Non voglio fare critiche, dico solo che in certi momenti di gara non eravamo brillanti. L’Heerenveen è una squadra con talenti belli da vedere e difficili da affrontare, soprattutto nelle situazioni di uno contro uno”.

«Facciamo meglio alcune cose rispetto a un anno fa – continua-. I nuovi si stanno inserendo bene. Le nostre caratteristiche ci portano al palleggio: contro l’Heerenveen ho voluto provare due cose, fare pressing alto rischiando l’uno contro uno dietro, e aspettare con più copertura il momento giusto per rubare palla e ripartire. Abbiamo fatto abbastanza bene».

Sul mercato: «Sappiamo che ci vogliono ancora due/tre acquisti giusti, e anche qualche riserva: ad esempio Fiamozzi è andato via. Sono abbastanza sereno. Non possiamo assolutamente indebolirci, l’anno scorso ci siamo salvati alla penultima giornata quindi evidentemente qualche problemino c’è».

Sulla Serie A e Taarabt: «Sarà un campionato molto equilibrato. Ci sono squadre come il Crotone che hanno denaro e stanno facendo una campagna acquisti importante. Taarabt? Sono sincero, non pensavo più a lui: dopo esser dimagrito dieci chili mi ha chiesto un’altra occasione, gliel’ho concessa dopo aver riflettuto una settimana. Mi rallegra vedere in allenamento giocatori così forti. Voglio lavorare con lui, confido nella sua voglia di riscatto».

Infine parole sul prossimo avversario di Coppa Italia, il Cesena: «Sarà una partita tosta, giocano con il 3-5-2, un modulo difficile da battere. Sarà la prima prova stagionale, spero di fare una bella partita, però siamo molto concentrati sul campionato».

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008