Genoa, Hiljemark tuona: “Vorrei restare a lungo”

oscar hiljemark genoa

Il Genoa continua il proprio percorso verso il raggiungimento della salvezza, obiettivo sempre più concreto da quando sulla panchina dei liguri c’è Davide Ballardini.

Tra i protagonisti della rinascita rossoblù vi è anche Oscar Hiljemark che attraverso i microfoni de il Secolo XIX ha analizzato: “Il calcio è così cambiano un poco la fiducia, il modo di giocare, arriva una motivazione in più per dimostrare il proprio valore. E tutto sembra differente. Sono contento. Il mio procuratore ha capito la situazione e ha subito parlato con il Genoa per mettere le cose a posto. Poi ho parlato con il mister, mi sono convinto velocemente di tornare in A, nel Genoa, con Davide Ballaridni”.

Su Ballardini: “Ci siamo capiti, sono contento di averlo ritrovato. Penso che siamo pronti per fare bene. Con il Bologna è stata una gara a parte, segnata da un paio di episodi, ma domenica ci sarà una nuova partita e per noi da oggi ogni partita deve essere come una finale fino alla salvezza. Ci sono persone valide nel gruppo, facciamo meglio in campo e fuori. Cresciamo insieme”.

Scarsa capacità realizzativa: “Stiamo lavorando per arrivare meglio al tiro. Per fare gol dobbiamo tirare di più. Questo è il nostro problema, lo dobbiamo trasformare in obiettivo. La qualità la abbiamo”.

Infine, sul futuro: “Mi piacerebbe restare, mi trovo bene, vorrei trovare un equilibrio qui. Per me vivere a Genova, con la mia fidanzata e il mio piccolo cane, è una cosa molto attraente”.

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.