Genoa, Bertolacci: “San Siro lo stadio che più mi emoziona. Seguo molto la Liga e la Premier”

Andrea Bertolacci

Quella in programma domenica pomeriggio sarà una sfida speciale per Andrea Bertolacci, il quale con il suo Genoa ospiterà a Marassi il Milan, squadra dalla quale è in prestito e chelo prelevò alcune stagioni addietro proprio dal club grifone.

Il centrocampista rossoblu ha voluto parlare del suddetto match attraverso un’intervista rilasciata ai microfoni del sito ufficiale del club, tracciando anche un bilancio della sua nuova esperienza con i liguri: “La partita più bella con questa maglia è stata Atalanta-Genoa, quando vincemmo 4-1 a Bergamo. Segnai ed era la terzultima di campionato dove volevamo raggiungere l’Europa. S

Siamo stati bravi a reagire, vincere quella partita e a centrare il nostro obiettivo. Sono arrivato qui a 21 anni, sono stato due stagioni fuori e poi sono tornato. Qui sto bene, avere il mare vicino è speciale e anche i tifosi sono il top.

Con l’arrivo di mio figlio mi è cambiata la vita. Devo insegnare l’educazione e insieme a mia mogli cerchiamo di fare il massimo. Se dovessi scegliere non vorrei che facesse il calciatore ma sarà chiaramente lui a scegliere.

Lo stadio che mi emoziona di più, oltre al Ferraris, è San Siro, forse perché ci ho giocato ma è molto simile a Marassi, i tifosi sono vicini. Dopo il Genoa la squadra che seguo di più è all’estero, mi piacciono molto sia la Liga che la Premier League”. A riportare è Tuttomercatoweb.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Napoletano di nascita ma fedele e viscerale interista dall'infanzia. La profonda passione per il calcio è una costante della mia vita. Amo la scrittura e le lingue straniere, in particolar modo lo spagnolo e il francese.