In queste ultime due settimane il Genoa registra un momento veramente negativo anche a causa di alcune dichiarazioni post esonero di Ballardini. 

Come non bastasse, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, si apre anche un’inchiesta dalla Polonia in merito all’acquisto di Petar Brlek dal Wisla Cracovia da parte dei liguri .

L’accusa è frode sportiva a causa di assegni scoperti che ammontano ad 800 mila euro. L’amministratore delegato del Genoa, Alessandro Zarbano, ha dichiarato: “Con il Wisla nessuna pendenza, tutto quello che dovevamo pagare l’abbiamo pagato”.

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.