Leonardo Corsi, agente di Goran Pandev, ha parlato della situazione del suo assistito, il cui contratto con il Genoa scadrà ufficialmente il prossimo giovedì.

Di seguito riportiamo l’intervista di calciomercato.com all’agente dell’attaccante macedone: “Se l’avventura di Pandev continuerà col Genoa? Da venerdì Goran sarà un calciatore svincolato ma lui ha espresso comunque il desiderio di dare la priorità al Genoa. Nonostante gli interessamenti non gli manchino, se ci fosse la possibilità di rimanere in rossoblù lui la coglierebbe di buon grado. La sua esperienza a Genova? Goran a Genova si trova benissimo con tutte le componenti del mondo rossoblù: società, tifosi, compagni e soprattutto allenatore. Il suo rapporto con Ivan Juric è basato su una stima reciproca. Il tecnico croato ha saputo aspettare Goran ad inizio stagione quando le cose per il giocatore non andavano troppo bene; Goran si è sdebitato nel finale di campionato realizzando gol pesantissimi per la salvezza del Genoa. Il suo futuro? Uno con la sua classe e la sua esperienza farebbe comodo a tantissime squadre. Goran è un campione ma soprattutto è una grande persona fuori dal campo e nello spogliatoio. La sua esperienza e il suo apporto sono determinanti, anche per l’umiltà con cui sa mettersi a disposizione della squadra o lavora quotidianamente per ottenere risultati. Le confido una cosa: lui dentro ha la voglia, la determinazione di un giovanotto alle prime presenze. E poi non si direbbe ma ha un orgoglio smisurato.

Ristovski vicino al Genoa? Io non ho ricevuto alcuna richiesta ufficiale ma il fatto che piaccia al Genoa non mi sorprende. Stefan sarebbe il giocatore ideale per Juric. Per quanto conosco il gioco del mister, con lui potrebbe perfezionarsi ancora di più. Differenze rispetto a quando giocava prima in Italia? Stefan è cresciuto moltissimo e adesso è un esterno importante. Non so se ha visto il gol con la Spagna: un allungo di 50 metri, bruciando Sergio Ramos in velocità e concludendo l’azione con un siluro sotto la traversa che De Gea ha potuto solo osservare. In quel frangente Stefan è stato impressionante. La sua forza muscolare per me non è una novità, ma la volontà di andare fino in fondo senza temere la velocità degli spagnoli, beh quello dimostra grande convinzione nei propri mezzi. Assist di Pandev in quell’occasione? Non sbaglia. Quell’assist è l’essenza del calcio, ma non mi chieda come ha fatto. Anche guardandolo al rallenty non sono riuscito a capire come tocchi la palla. L’altro ieri eravamo a pranzo e mi ha detto che è stato un colpo di esterno mancino.
I mancini hanno un estro imprevedibile, me lo diceva sempre il mio maestro, il grande Carlo Biagiotti. Ristovski in Italia? Lui è tesserato con lo Spezia ma avendo un solo anno di contratto dovrebbe trasferisi a Rijeka a titolo definitivo, per poter giocare i preliminari di Champions League. Questo però porterebbe alla perdita dello status di comunitario con la conseguente inevitabile chiusura del mercato italiano. E’ una questione di non poco conto, sulla quale stiamo lavorando”.

CONDIVIDI
Amante di Inter e del calcio in tutte le sue forme, Classe 1995, redattore di Novantesimo. Come la squadra che ama, si sente un po' pazzo anche lui a volte. Telecronista per Sportube e Helpdesk per BonelliErede. Hobby? Videogiochi, serie tv e libri.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008