Gianluigi Donnarumma è ormai un giocatore che non ha più bisogno di presentazioni. Le sue qualità sono infinite e, considerando la sua ancora giovanissima età, ha margini di miglioramento ancora maggiori. Il Milan lo sa bene e vuole tenerselo stretto. Tuttavia c’è ‘qualcuno’ che ha come unico obiettivo quello di rimandare il più possibile il rinnovo contrattuale e portarlo dove si guadagna di più.
Ad avanzare questa accusa (chiaramente rivolta al suo agente Mino Raiola) è stato Giovanni Galli, portiere rossonero tra gli anni ’80 e ’90, il quale a La Gazzetta dello Sport ha dichiarato: “Gigio è un fuoriclasse ma ha solo 18 anni. Se è consapevole dei propri mezzi non ha nulla da temere: vincerà tantissimo e guadagnerà altrettanto nel corso della sua carriera. Serve solo un po’ di pazienza. I problemi non esistono, ha già una carriera da 9 zeri in tasca, la questione è se farla diventare da 10 o meno e non mi sembra una gran questione. Magari è il problema di chi sta dietro di lui e che pretende assegni anche più consistenti”.

Galli che, poi, ha sentito di dare un consiglio alla società: “2 milioni di ingaggio, 2 e mezzo, mi sembrano già tanti, tantissimi. Vanno più che bene. Se poi ci sono offerte che si spingono oltre, molto oltre, allora dico che non è normale, che non esiste. Se davvero trova chi gli offre sette milioni allora mi rivolgo al Milan. Caro Milan, con cifre così ti dico: chiedi 150 milioni e fallo andare”.

CONDIVIDI
Ho 22 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008