Sarà Frosinone-Chievo il primo atto dell’ultima giornata di Serie A, sfida in programma domani pomeriggio alle ore 18:00. Entrambe le squadre sono retrocesse ormai da diverse settimane, ma c’è tutta la volontà da ambe le parti di chiudere con un sorriso.

Marco Baroni, tecnico ciociaro, ha presentato così la sfida nella consueta conferenza stampa della vigilia: “Che gara mi aspetto? Io ho guardato varie gare del Chievo ed è tutt’altro che una squadra in vacanza. Ci sono giocatori importanti. Da parte nostra c’è tutto il desiderio di chiudere bene davanti al nostro pubblico. Sarebbe il minimo che possiamo offrire.

Nel cartello delle gare è stato privilegiato di farci giocare di sabato ma questo non significa che non possa venir fuori una bella partita. Noi siamo vogliosi e desiderosi di fare una grande gara. Vogliamo vincere davanti ai nostri tifosi, la voglia è sempre quella, ma bisogna passare come sempre da una bella prestazione.

Come arriviamo alla sfida? Con lo spirito di chi ha fatto delle buone partite in casa raccogliendo pochi punti davanti ad un pubblico che ci ha sempre sostenuto. C’è la consapevolezza di volerlo salutare con un piccolo regalo. Sarebbe importante. Dobbiamo affrontare questa partita, che agli occhi dei media è meno importante, e renderla interessante”.

Poi spazio alla formazione che scenderà in campo domani:Penso che sarà partita di Dionisi dall’inizio. Per quanto riguarda i tre attaccanti voglio ancora valutare bene. Eventualmente partiremo con il 3-5-2, debbo verificare le condizioni di Paganini: ha preso un brutto pestone ad un piede e non so se sarà convocabile.

Per il resto la formazione dovrebbe essere più o meno quella detta da voi anche se c’è l’opzione di Valzania perché non ho Gori e Chibsah e nel caso dovesse mancare anche Paganini debbo valutare attentamente le soluzioni.

Ma al di là dei singoli, tutti hanno avuto la chance di giocare a parte Simic. Ho cercato di tenere acceso con la testa tutto il gruppo anche se non è stato facile. Ma l’attenzione ai giocatori che poi rimarranno qui è prevalente“. A riportare è Tuttosport.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008