FORZA 5 – Le news dal mondo del futsal

futsal1

Amiche ed amici del futsal, bentornati alle news dal mondo del calcio a 5. Oggi scopriremo il nuovo pallone della Serie A 2017/2018, daremo un’occhiata all’accordo anti match-fixing stipulato dalla federazione e occhio all’indiscrezione del capo degli arbitri, Angelo Montesardi: “Grandi innovazioni nella stagione 2018-2019”.

Il nuovo pallone  

Sarà presentato il 31 luglio, ma ha già creato molto scalpore, il nuovo pallone delle serie nazionali (dalla B alla A1) che esordirà dal prossimo anno.

La sfera si chiamerà Vertigo e sarà distribuita dalla Gems, azienda d’abbigliamento sportivo di Frosinone.

Sul sito della Divisione Calcio a 5, viene così riportato l’annuncio: “Disponibile in due versioni – Vertigo Official (gara) e Vertigo Futsal (gara e allenamento) – il pallone GEMS è sinonimo di qualità e affidabilità; rimbalzo controllato, indeformabilità, totale impermeabilità anche nelle condizioni atmosferiche più sfavorevoli e ottima tenuta su ogni tipo di superficie sono le sue principali caratteristiche. Il pallone GEMS è dotato del certificato Fifa Quality e offre un design più che mai accattivante, oltre a essere una garanzia di prestazioni calcistiche di elevato livello, in grado di esaltare le caratteristiche tecniche e le esigenze di gioco di tutti“.

I furbetti delle scommesse

La Divisione Calcio a 5 ha, quest’oggi, stipulato un accordo con Federbet ISBL, società nata per contrastare il fenomeno del match-fixing, che rischierebbe di abbassare significativamente il livello di gioco delle società iscritte alla divisione.

Ma cos’è il match-fixing?
Questo fenomeno si verifica quando le squadre, o i componenti di esse, si mettono d’accordo per un determinato risultato finale o per far accadere determinati episodi all’interno di un match.

Ed è proprio questo che la divisione ha voluto evitare, trovando l’accordo con un’azienda leader nel settore, che vanta come partner: Novara Calcio, Atalanta, Udinese, Pro Patria, Varese, Liga Spagnola, Serie B e cinque Leghe Nazionali di Basket.

Il presidente Montemurro, intervistato ai microfoni della Divisione Calcio a 5 ha dichiarato: “E’ un momento importante per la Divisione poiché potremo avere il monitoraggio dei flussi delle giocate per tutte la settimane precedenti le partite, in modo da poter segnalare ogni anomalia alle autorità competenti. Prosegue il nostro percorso verso la tolleranza zero nei confronti di tutti i fenomeni contrari ai principi di lealtà, probità e correttezza”.

Ha parlato anche il segretario generale di Federbet ISBL, Francesco Baranca: “Il futsal sta assumendo sempre maggiore importanza all’interno del panorama sportivo italiano, ma questo fa in modo che le partite di campionato possano essere aggredite da agenti esterni quali la corruzione e la manipolazione degli eventi. Cercheremo di portare gli stessi risultati ottenuti con la Serie B e con gli altri partner facendo in modo che lo spettacolo del futsal sia sempre più godibile e privo di episodi di match-fixing”.

I fischietti

L’arbitro, si sa, è un lavoro ingrato, ma questo il presidente Montemurro, lo capisce bene, ed è per questo che ha voluto tenere una riunione con i rappresentanti della CAN 5, che si occupano di designare gli arbitri per i campionati nazionali di Serie A1 e A2.

Montemurro ha così potuto chiarire insieme ad Angelo Montesardi, responsabile, ed il suo staff, le strategie comuni da adottare per poter migliorare ancora la qualità dell’arbitraggio.

L’esito della riunione è stato così commentato dal presidente della divisione: “E’ sempre un piacere incontrare gli arbitri. L’incontro è stato molto proficuo e siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Reputo gli arbitri il fulcro del nostro sport“.

Un commento ulteriore arriva anche da Angelo Montesardi, che ci regala anche una piccola anticipazione di quello che potrebbe essere un cambiamento significativo nel regolamento europeo, ad opera della UEFA: “Il presidente Montemurro è sempre cordiale e gentile, molto attento alle problematiche del futsal e alla classe arbitrale. Ha dimostrato, ancora una volta, di essere una grande persona. Noi gli abbiamo consegnato una relazione di 400 pagine sul lavoro che abbiamo svolto lo scorso anno. Lo abbiamo invitato per il raduno che faremo a inizio campionato e ci ha già detto che verrà. Il nostro obiettivo è mostrare al presidente il nostro grande lavoro. Le vere innovazioni ci saranno dal 2018-19, perché la Uefa apporterà modifiche con la circolare numero uno. Adesso interverremo in alcune cose tecniche“.

 

CONDIVIDI
Nato nel 96' nella città "Superba per uomini e per mura" il destino mi ha concesso di innamorarmi del calcio, e quindi del Genoa. Grande appassionato di sport in generale, studio Giurisprudenza all'università di Genova e provo a raccontare il calcio, una parola alla volta, un'emozione dopo l'altra.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008