FORZA 5 – Arriva Vertigo, Montemurro: “Ci avevano detto che era impossibile fare molte cose”

montemurro

Da via Tiburtina a Roma nella giornata di oggi, presso la sede della Lega Nazionale Dilettanti, è partito un vortice. Anzi, per meglio dirlo in spagnolo un VertigoIl nuovo prodotto dell’azienda GEMS è stato presentato in tutto il suo splendore dal numero uno della Divisione Andrea Montemurro.

Il sodalizio tra la compagnia torinese di sportswear e la Divisione perdurerà 4 anni per una quantità di 1.200 palloni l’anno per un esborso da parte dell’istituzione del Futsal di 500.000 euro. Due versioni disponibili: Vertigo Official e Vertigo Futsal, il primo per le gare ufficiali e l’altro per gare ed allenamento. La ricerca delle ultime tecnologie per il rimbalzo controllato operata dalla casa produttrice ha dato i suoi frutti, inoltre la stabilità su qualsiasi superficie di gioco agevola stop, progressioni, tiri e passaggi. Insomma, giustamente per la prima istituzione dello sport più praticato dagli italiani, ci vuole il miglior pallone possibile.

Montemurro ha tenuto a ringraziare tutti i partner che negli ultimi anni hanno incrementato il volume affari e l’eco della Lega con alcune dichiarazioni: “Vedo un gruppo nutrito di giornalisti, anche facce nuove, e questo mi fa piacere. Quello odierno è un ulteriore giorno storico per il calcio a cinque italiano: ci avevano detto che era impossibile fare molte cose, che invece abbiamo fatto. Ci avevano detto ad esempio che era impossibile entrare nel mondo del calcio, invece il progetto Futsal in Soccer – anche con squadre di Serie A, non solo di Lega Pro e Serie B, ma anche con testimonial d’eccezione – ha dimostrato il contrario. Abbiamo stipulato oltre trenta convenzioni in vari settori merceologici, l’accordo con Sky sarà fortemente rafforzato, quello con Sportitalia e Nuvola 61 raddoppiato. La visibilità del futsal è aumentata di oltre il 500% e abbiamo stretto accordi con testate giornalistiche, oltre a quello con Radio Kiss Kiss che ha creduto in noi. Questo gioco sta finalmente diventando uno sport”. Il presidente continua, facendo gli onori di casa, ad omaggiare i sopravvenuti Massimo Beltempo e Luigi Vollaro, rispettivamente direttore commerciale e responsabile marketing dell’azienda torinese: “Gems crede nel calcio a cinque, nella Divisione Calcio a cinque, nel mio operato e in quello dei miei collaboratori. Mi continuano a dire che siamo uno sport minore, io di minore non vedo nulla. I nostri iscritti sono 1/3 di quelli della LND, siamo la prima disciplina come numero di praticanti. Grazie a voi il calcio a cinque sta arrivando nelle case degli italiani e siamo riusciti a stringere un accordo che in quattro anni ci consente di reperire 500mila euro. Se vogliamo far crescere questo sport dobbiamo passare per la strada della visibilità che porta sponsorizzazioni, accordi e partnership: voglio ringraziare la Gems, sono certo che questi quattro anni saranno di grande gloria per il calcio a cinque”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Nasce a Roma nel 1991. Appassionato di parole, in qualsiasi forma o attraverso qualsiasi mezzo di trasmissione.