#FiorentinaMilan, Gattuso: “Si poteva giocare stasera, ulteriore riposo poteva far bene. Dobbiamo continuare su questa strada”

Gattuso

Gennaro Gattuso, allenatore del Milan, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in conferenza stampa commentando il pareggio rimediato in quel di Firenze per 1-1 contro la Fiorentina di Stefano Pioli.

Se Kessie avrebbe bisogno di rifiatare: “Ma l’hai visto? Kessiè può giocare 3-4 partite di fila e non è mai stanco (sorride, ndr). L’Atalanta non gioca a strappi come fa oggi, perchè gioca sempre nei 10-15 metri. E’ il modo di giocare che è nostro, ma è diverso. Quest’anno è uno che fa più strada, che fa più chilometri. Ha delle potenzialità incredibili, è un animale”.

Sull’orario delle 12.30: “Non faccio il presidente nè di Sky, nè di Mediaset, nè della Lega. Se mi dicono di giocare domani gioco anche domani. Si poteva giocare questa sera, 7-8 ore di recupero in più potevano fare bene. Son contento, però, di vedere gli stadi pieni anche in periodo natalizio. E’ bello giocare in questo periodo qua. Non sta a me giudicare se è giusto o no questo orario”.

Se la squadra ha carattere: “Sì’, ma non si fa solo gridando. Si prepara durante la settimana. Questa squadra mi ha dato sempre questi segnali, è una squadra viva. E’ importante riuscire a giocare bene, ma la priorità e non soffrire troppo gli avversari”.

Sugli aspetti positivi: “Penso che noi dobbiamo continuare su questa strada. Dobbiamo lavorare sui concetti, io so che questa squadra può fare bene a livello tecnico. Oggi ho visto tantissime cose positive. Ho visto Calhanoglu entrare molto bene”.

Se è stato un messaggio sbagliato dire ieri che la squadra era stanca:Non aveva forza la squadra, era un dato di fatto. Abbiamo aspettato gli avversari nel primo tempo, perchè non volevamo dare campo alla Fiorentina, una squadra che sta molto bene. Nel secondo tempo dopo il pareggio nostro potevamo anche vincerla. Non ho peli sulla lingua, dico sempre la verità. Sapevo che non avrei dato un segnale negativo alla squadra”.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008