L’allenatore della Fiorentina Paulo Sousa ha commentato così l’esito della pazza partita di questa sera contro l’Inter ai microfoni di Premium Sport:

“La partita è stata emozionante, con due squadre che volevano vincere e protagonisti di qualità. Berna? Ha maturità sufficiente per essere concentrato in quello che deve fare, anche dopo il rigore sbagliato. Ho cercato solo di mettere un giocatore più fresco, che mi portasse il lavoro che Federico non stava riuscendo a fare. Oggi io ho avuto un po’ di febbre e non ho potuto stare a bordo campo come volevo. Europa? Prima pensiamo a migliorare per vincere le partite. Sarà così fino alla fine. Nella nostra organizzazione lavoriamo su dinamiche dopo aver osservato gli avversari, per potergli creare difficoltà andando in avanti. Oggi abbiamo creato e siamo riusciti a concretizzare. Voci di mercato? Berna è uno maturo, che è cresciuto molto da un anno e mezzo a ora. Diventerà meglio di quello che è oggi. Alcuni giocatori hanno più intensità che altri, ma noi non siamo una squadra di contropiede. Vogliamo controllare il gioco e da quel punto di vista rischiamo tantissimo. L’abbiamo fatto dall’inizio alla fine. L’intensità per me è nelle decisioni, non nelle gambe”.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008