L’esterno della Fiorentina Federico Chiesa ha parlato al termine del primo stage con la Nazionale di Gian Piero Ventura.

Queste le sue parole: “All’inizo della mia carriera pensavo ad arrivare alla Fiorentina, alla Nazionale ancora non ci pensavo: Coverciano per me era un sogno che magari avrie potuto realizzare in futuro. Questa convocazione è stata una grande emozione, anche per mio padre e per tutta la mia famiglia. In un bar qui vicino c’è una lista dei giocatori che hanno fatto più gol e assist in Nazionale: spero un giorno di farne parte. Mondiale? Non ci penso assolutamente: sono concentrato a raggiungere l’Europa con la Fiorentina e a ottenere la convocazione per gli Europei Under 21: anche quello sarebbe un sogno per me”.

Per Chiesa cominciano ad emergere anche i primi paragoni importanti: «Io come Antognoni? Sarebbe bello fare quello che ha fatto lui, e dare quello che ha dato lui per il calcio: ha una grande storia alle sue spalle sia per la maglia azzurra che per quella viola. Tra 10 anni ancora alla Fiorentina? Sarebbe una cosa bella visto che ormai sono dieci anni che sono a Firenze, fra settore giovanile e questo mio primo anno in prima squadra. Penso però adesso al presente, alla Nazionale e da domani tornerò a pensare al club. Nel 4-2-4 di Ventura mi sono trovato benissimo: Ventura mi ha aiutato tanto e avendo un terzino alle mie spalle, rispetto a come sono abituato nel club, ho meno lavoro da fare. Per me sono stati due giorni importanti per capire come ci si muove in Nazionale A».

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008