Fiorentina, Biraghi: “Milan? Pioli mi ha dato fiducia e sono rimasto. La società non ci ha mai fatto mancare il sostegno”

Cristiano Biraghi

Cristiano Biraghi, terzino rinato ed affermatosi a Firenze dopo la complicata esperienza con la maglia del Pescara, si è raccontato ai microfoni de La Nazione, cominciando dalla trattativa che avrebbe potuto portarlo al Milan quest’estate:

“Ho parlato con Pioli, ho chiesto se aveva fiducia in me e lui mi ha risposto di sì. Volevo sapere se ero di troppo, in quel caso avrei tolto il disturbo, ma ho capito subito che non era così”. 

Il difensore scuola Inter ha poi parlato della concorrenza in squadra:

 “Elemento fondamentale, dice, per una squadra che vuole avere ambizioni. La stagione è lunga e ci possono essere momenti di crisi per chiunque. Il bello di questo gruppo è che ci sentiamo tutti titolari a prescindere da chi gioca di più o meno”.

Biraghi ha in seguito svelato un aneddoto sul gol di domenica contro l’Atalanta:

“Quando Gollini ha respinto la palla, l’ho infamato da lontano, ma posso permettermelo, l’ho conosciuto in nazionale e siamo in buoni rapporti”.

Battuta finale dedicata al rapporto con la società:

“Le dichiarazioni del presidente Cognigni dopo Milano e quello che è successo per Chiesa hanno colpito un po’ tutti. Sembra che la società ora sia più vicina alla squadra, ma la verità è che per noi il sostegno non è mai mancato. Ci siamo sentiti sempre protetti”.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Studio le lingue straniere, adoro la letteratura francese ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.