Fiorentina, Biraghi: “Vogliamo tornare in Europa, Pioli e Simeone fondamentali”

Cristiano Biraghi

Ai microfoni di Radio 1 Sport il terzino sinistro della Fiorentina e della Nazionale Cristiano Biraghi ha risposto a qualche domanda in merito alla chiamata in azzurro, dove si è reso protagonista anche di un gol, celebrato ricordando Astori: “Lavoro ogni giorno anche per questo, è normale sperare nella convocazione. L’esultanza per Davide è stato un bel momento per me e per la Nazionale.”

Sul momento della sua squadra, la Fiorentina, impegnata nel prossimo turno contro il Frosinone, il laterale espone l’obiettivo stagionale del club: “Potevamo raccogliere qualcosa di più in queste ultime partite, con il Frosinone non dobbiamo commettere quei piccoli errori che ci hanno negato la vittoria nelle ultime uscite. Vogliamo fare meglio della passata stagione per tornare in Europa. Pioli è un allenatore che ci sta insegnando tanto, per una squadra così giovane come la nostra è fondamentale una figura come lui. Siamo tutti ragazzi giovani e forti, con la testa sulle spalle. Lavoriamo ogni giorno per dare il meglio, dobbiamo lavorare di squadra.”

In chiusura, a Biraghi viene chiesto del momento di Simeone, a secco di gol da 623 minuti: “Conosciamo il suo valore, non dobbiamo neanche difenderlo. Anche se non segna è un giocatore importante, ci aiuta nella fase difensiva e crea spazi per i compagni. Gli manca solo il gol, ma siamo tranquilli, tornerà a segnare. Per noi è un giocatore fondamentale.”

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.