Dal ritiro della Fiorentina, parla Davide Astori, ai microfoni di Radio Bruno, sul suo futuro e sulla stagione che sta per iniziare.

Sulla stagione 17/18 – La mancanza dell’Europa un po’ mi spaventa perché negli ultimi anni, tra Roma e Fiorentina, mi ero abituato, ma questo permetterà di concentrarci di più sul lavoro settimanale e sul campionato. Obiettivi? E’ difficile stabilirli ora perché ancora non abbiamo una squadra ben definita. Sicuramente non daremo a breve una risposta in tal senso. Sicuramente cercheremo di fare del nostro meglio, anche se è utopico pensare di competere con delle squadre che hanno già speso tanto sul mercato e che presumibilmente continueranno a farlo“.

Sul suo futuro – “Non mi sono trovato davanti a delle offerte. Ho fatto due anni belli qua e voglio continuare a far parte di un progetto importante. Anche la società la pensa allo stesso modo. Questo per me è un anno fondamentale perché è una delle ultime possibilità per andare a giocare una competizione importante a livello nazionale. Spero sia una stagione importante sia per la Fiorentina che a livello personale“.

CONDIVIDI
Nato nel 96' nella città "Superba per uomini e per mura" il destino mi ha concesso di innamorarmi del calcio, e quindi del Genoa. Grande appassionato di sport in generale, studio Giurisprudenza all'università di Genova e provo a raccontare il calcio, una parola alla volta, un'emozione dopo l'altra.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008