Fiorentina, Ag. Mirallas: “Kevin si sta divertendo in Italia. Vuole essere riscattato”

stadio fiorentina

Christophe Henrotay, agente dell’attaccante della Fiorentina Kevin Mirallas, ha parlato quest’oggi del suo curato e della prossima partita della Viola (quella contro il Napoli).

Queste le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com: “Kevin si sta divertendo in Italia, sua moglie tra l’altro è sarda per cui è felice di essere sbarcato a Firenze. Al momento non ha giocato, sta pagando quella normale fase di ambientamento, ma la sua ambizione è essere protagonista e giocare anche dal primo minuto.

Kevin è in prestito dall’Everton, ma vuole essere riscattato dalla Fiorentina e vuole conquistare questo obiettivo a suon di prestazioni. Vedremo se contro il Napoli troverà spazio. Il Napoli è una delle squadre più forti della serie A, ma la Fiorentina non verrà a Napoli per mangiare la pizza e il buon cibo, ma per vincere. Siamo all’inizio della stagione e in questo momento del campionato tutte vogliono vincere per dimostrare di poter dire la propria.

Il Napoli poi, alla luce della sconfitta del Franchi della scorsa stagione vorrà riscattarsi e io sarò al San Paolo a vedere questo affascinante match. Vedremo se Mirallas giocherà a Napoli, ma mi aspetto una grande prova da Mertens, un caro amico mio e di Kevin.

Certamente Dries sarà motivato e vorrà dimostrare a Mirallas di essere il più forte. Sarà una sfida speciale per entrambi perché sono amici, hanno un ottimo rapporto e sono animati da quella sana competizione che fa solo bene.

Soprattutto Mertens vorrà mettersi in mostra anche perché in questo weekend sua moglie compirà gli anni e vorrà fargli un bel regalo anche in campo, ma anche per Kevin sarà un match importante. Napoli-Fiorentina sarà anche una sfida leale, tra due buoni amici.

Mertens è sempre stato sottovalutato, era sempre il dodicesimo uomo ma a Napoli è diventato protagonista. Mirallas invece ha giocato poco, non ha partecipato al Mondiale, ed è arrivato alla Fiorentina non per fare vacanza, ma per creare confusione al tecnico Viola e al ct del Belgio”.

CONDIVIDI
Due cose ha in comune con Buffon: la data di nascita e la passione per il calcio. Da sempre tifoso del Milan, è un amante del calcio anni '60: a volte intervista Di Stefano e Pelé, poi si sveglia.