Final Four C5 – Semifinali, l’ Italservice stende Ostia: è 7-0 al Pala Nino Pizza

C’ è il clima delle grandi occasioni al Pala Nino Pizza di Pesaro, ospitante quest’ oggi le ‘Final Four’ della seconda edizione della Coppa di Divisione Calcio a 5. In data odierna andranno in scena le semifinali tra Italservice Pesaro-Lido di Ostia e Came Dosson- Real Rieti. A dare inizio alle danze saranno proprio i padroni di casa Pesaresi.

Il match inizia con un protagonista assoluto: il pesarese Taborda. Nell’ arco di 3’ l’ argentino si vede negare la gioia del gol per ben tre volte, di cui una a tu per tu con il portiere. Al 4’ si fanno vivi gli ospiti: ripartenza fulminante di Cutrupi  che da posizione quasi impossibile impensierisce Miarelli costringendolo alla parata. Un giro di lancette più tardi Ostia va nuovamente vicina al vantaggio grazie alla traversa di Ugherani. Ma la legge del calcio è spietata: gol sbagliato, gol subito. In una manciata di secondi Honorio riceve palla nei pressi della metà campo avversaria, salta di netto in velocità Cutrupi e conclude indirizzando sul primo palo: Barigelli non può opporsi, è 1-0. L’ Italservice, sulla scia dell’ entusiasmo, sfiora subito il raddoppio con Fortini, ben servito dal neo-entrato Borruto: ci mette letteralmente la faccia l’ estremo difensore romano, sventando una grande opportunità. All’ 8’ si mette in mostra anche l’ attuale capocannoniere del campionato Borruto: gran sinistro dal limite dell’ area stampato direttamente sulla traversa. Reagisce Ostia, questa volta con Jorginho: il brasiliano salta due avversari con un meraviglioso doppio passo ma viene meno sul più bello, facendosi ipnotizzare da Miarelli. L’ estremo difensore è in gran serata e lo dimostra al 12’: doppio miracolo su Ugherani e Jorginho da distanza ravvicinata. Solo 60 secondi più tardi arriva il raddoppio pesarese: Borruto si smarca e libera Taborda sulla sinistra, siluro secco sul secondo palo e 2-0 Italservice. Ostia prova subito ad accorciare, affidandosi ad Ugherani: il giocatore in maglia gialla prova a trovare la via del gol con un pallonetto, ma è insuperabile, questa sera, il portiere biancorosso Miarelli. Successivamente il match intraprende una strada ben definita: in una manciata di minuti Marcelinho, servito dal solito Borruto, trova anche il tris. Allo scadere della prima frazione di gara Mancuso mette il sigillo sul match: Borruto soffia palla ad Ugherani e serve il numero 30 pesarese, libero di appoggiare in rete.

La seconda frazione di gara si riapre sulla base dello stesso spartito del finale del primo tempo: il primo squillo è prodotto dai padroni di casa con la conclusione centrale di Mancuso sugli sviluppi di un corner. Al 6’ si rifà sotto la formazione ospite con Barra, autore di una buona giocata in solitaria sulla fascia: la conclusione però, non è all’ altezza delle qualità mostrate solo qualche secondo prima. Ostia chiama il time-out tecnico, ma la storia della partita non cambia: Borruto riceve palla da Honorio, alza la testa e osserva il posizionamento di Barigelli, sorprendendolo sul primo palo: è 5-0 Pesaro. A pochi istanti dal pokerissimo arriva anche il sesto gol ad opera di Caputo: mischia in aerea romana, il numero 6 biancorosso risolve la situazione intricata apponendo il proprio timbro alla festa del gol Italservice. Gli ultimi istanti di gara raccontano di un match letteralmente a senso unico, in cui i biancorossi trovano addirittura la settima rete: uno-due tra Taborda e Mancuso, con il numero 30 che trova la sua prima doppietta pesarese. L’ Italservice strappa un biglietto preziosissimo per la finale di domani sera, attendendo l’ esito di Came Dosson-Real Rieti. A Lido di Ostia un plauso per il cammino intrapreso. Ed ora, il sogno è ad un passo dal tramutarsi in realtà.

ITALSERVICE PESARO-TODIS LIDO DI OSTIA 7-0 (4-0 p.t.)

ITALSERVICE PESARO: Miarelli, Tonidandel, Honorio, Taborda, Marcelinho, Del Grosso, Caputo, Fortini, Borruto, Mateus, Mancuso, Guennounna. All. Colini

TODIS LIDO DI OSTIA: Barigelli, Schacker, Ugherani, Jorginho, Barra Fe., Adamo, Cutrupi, Yamada, Papù, Barra Fr., Di Lecce, Cerulli. All. Matranga

MARCATORI: 5’12 p.t. Honorio (IP), 12’49” Taborda (IP), 15’47” Marcelinho (IP), 17’09” Mancuso (IP), 5’19” s.t. Borruto (IP), 8’39” Caputo (IP), 14’54” Mancuso (IP)

ARBITRI: Francesco Scarpelli (Padova), Stefano Pani (Oristano), Alessandro Ghetti (Bologna) CRONO: Stefano Mestieri (Finale Emilia)

CONDIVIDI
Vice Direttore Radio Frequenza Rossonerazzurra, Redattore Novantesimo.Com, Ex Direttore "L' Inter Siamo Noi"