(ANSA) – ZURIGO (SVIZZERA), 25 GIU – La Fifa ha confermato che sta collaborando con l’agenzia mondiale antidoping nell’indagine successiva ad articoli del giornale ‘Daily Mail’, secondo cui i 23 giocatori che hanno partecipato al Mondiale di Brasile 2014 sono sotto inchiesta da parte per doping. A questi se ne aggiungerebbero altri 11 all’epoca non convocati.

Nel suo comunicato l’ente calcistico mondiale precisa che i giocatori russi vennero “tutti sottoposti a controlli a sorpresa su sangue ed urina”, e che tali test dettero esito negativo. Ci sono poi stati anche i controlli del post-partita, anche questi negativi. “La Fifa ha inviato i campioni organici affinché venissero analizzati in un laboratorio di Losanna accreditato presso la Wada”.

Quattro ‘reduci’ di quella nazionale russa hanno giocato anche nella Confederations Cup in corso: Kanunnikov, Glushakov, Akinfeev e Samedov. Il presidente della federcalcio russa Vitaly Mutko, ha negato qualsiasi ipotesi di doping nel calcio e ha accusato i media britannici di “cospirazione”.

Fonte: Ansa.

CONDIVIDI
Pasquale Rosolino, 92 d'annata. Editore di Novantesimo.com. Troppo malato di calcio, se non sto scrivendo ne sto parlando e se non ne sto parlando? Sto sognando! Editor per Visit Naples.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008