#Fanta90 – Una nuova stagione: 3 promossi, 3 bocciati per ogni squadra

Una nuova stagione

Mentre tutti sono impegnati a decidere cosa fare in extremis la sera di Ferragosto, noi di Novantesimo – oltre che al calciomercato – stiamo già pensando all’inizio di una stagione di Serie A, all’inizio di una nuova stagione di fantacalcio.

Ecco quindi a seguire tutte le probabili formazioni con cui scenderanno i 20 protagonisti della Serie A TIM 2017 – 2018, oltre che 3 consigliati e 3 sconsigliati per club.

ATALANTA

Probabile formazione (3-4-2-1): Berisha; Masiello, Caldara, Toloi; Castagne, De Roon, Freuler, Spinazzola; Kurtic, Gomez; Petagna. All. Gasperini

Consigliati: Gomez assolutamente da prendere: è l’albero motore della squadra non che sempre puntuale in ottica bonus. Caldara potrebbe regalare un’altra stagione da bomber tra i difensori. Ok al ritorno di De Roon: ottimo rinforzo per Gasperini. Berisha è pronto a riconfermare quanto di buono mostrato nella passata stagione.

Sconsigliati: tra i difensori Drame potrebbe vedere poco il campo. Occhio al partente Spinazzola: dovesse rimanere è sempre un ottimo colpo ma sembra che la Juventus stia forzando i tempi per portarlo a Torino (al suo posto potrebbe arrivare Laxalt). Petagna, se non aumenta il bottino in zona goal, potrebbe perdere il posto a favore del neo arrivato Cornelius.

BENEVENTO

Probabile formazione (4-4-2): Belec; Letizia, Lucioni, Costa, Venuti; Ciciretti, Cataldi, Chibsah, D’Alessandro; Puscas, Coda. All. Baroni

Consigliati: Primo tra i consigliati del Benevento senza dubbio l’ex nerazzurro Puscas, il bomber dei giallorossi vorrà sicuramente mettersi in mostra alla sua prima da protagonista in Serie A; occhio però al dualismo con Ceravolo. Che sia lui il Falcinelli – bis? A centrocampo invece consigliamo Ciciretti, acclamato spesso dai fanta allenatori su Facebook, potrebbe diventare una garanzia come lo era il primo Soddimo al Frosinone. Dulcis in fundo, Letizia: mister 6.5 è una vecchia conoscenza della A dai tempi del Carpi, prenderlo è un must.

Sconsigliati: Belec non può essere la vostra prima scelta, il portiere di una neo promossa è sempre da tenere fuori dalla vostra fanta rosa. Bocciati anche Lucioni Chibsah: se il primo, infatti, è al suo debutto in Serie A e quindi non può dare certezze, il secondo non ha mai brillato quelle poche volte che ha calpestato i campi della massima serie italiana, collezionando spesso svariati malus.

BOLOGNA

Probabile formazione (4-3-3): Mirante; Torosidis, De Maio, Gonzalez, Masina; Taider, Nagy, Poli; Verdi, Destro, Krejci. All. Donadoni

Consigliati: la difesa rossoblù, nelle ultime due stagioni, ha spesso fatto acqua da tutte le parti. Masina però ha sempre mantenuto un buon feeling con il bonus. Il centrocampo soffrirà molto della partenza del bomber Dzemaili: occhio comunque a Di Francesco, che potrebbe comunque scalzare il posto a Krejci sull’ala sinistra o convincere Donadoni a schierarlo in un ipotetico 4-2-3-1. Destro è una certezza.

Sconsigliati: come già accennato, la difesa non è delle migliori: Gonzalez potrebbe facilmente perdere il posto. Poli potrebbe essere una sorpresa, ma non per noi. Infine Mounier sembra essere definitivamente ai margini della rosa.

CAGLIARI

Probabile formazione (4-3-1-2): Cragno; Padoin, Pisacane, Andreolli, Miangue; Ionita, Cigarini, Barella; Joao Pedro; Sau, Borriello. All. Rastelli

Consigliati: Borriello vuole tentare l’ultimo assalto alla Nazionale in vista dei Mondiali del prossimo anno: non è assicurato l’exploit della scorsa stagione, ma i gol saranno una certezza. Barella è uno dei migliori talenti sfornati dalla primavera dei sardi degli ultimi anni, può far bene quest’anno, sbloccandosi anche in fase realizzativa. Un altro giovane interessante è Miangue, ottimo in fase di spinta. Può sorprendere.

Sconsigliati: Il buon vecchio “Pattolino” Sau può regalare molte incertezza ai fantallenatori, complice il perenne ballottaggio con Farias. Inoltre, le sue solite precarie condizioni fisiche non fanno che fomentare i nostri dubbi. Dessena non si è mai ripreso dal brutto infortunio di due anni fa, meglio evitare anche quest’anno. La retroguardia rossoblu preoccupa parecchio: lasciamo stare Padoin, l’età si può iniziare a far sentire.

CHIEVO

Probabile formazione (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Gamberini, Cesar, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; Inglese, Pucciarelli. All. Maran

Consigliati: Sorrentino, in certe giornate, potrebbe regalare reti inviolate con grandi prestazioni. Gamberini è un ottimo difensore. Castro ha sempre il vizio del bonus. Imprescindibili il fantasista Birsa e il bomber Inglese.

Sconsigliati: Gobbi potrebbe spesso distrarsi concedendo molto agli avversari. Radovanovic è un tipo dal cartellino facile e regala pochissimi bonus: cercate di evitarlo. Siamo scettici sulla possibile rinascita di Pucciarelli, che cerca riscatto dopo la deludente passata stagione con l’Empoli.

CROTONE

Probabile formazione (4-4-2): Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Ajeti, Martella; Rohden, Izco, Barberis, Kragl; Trotta, Budimir. All. Nicola

ConsigliatiCordaz, nonostante sia sempre a rischio goleada, si è spesso rivelato una saracinesca: puntate su di lui, magari come secondo portiere. Ajeti potrebbe essere una scommessa azzeccata, così come il neo arrivato KraglBudimir, assoluto protagonista della promozione in Serie A di due anni fa dei calabresi, è pronto a raccogliere le redini lasciate da Falcinelli.

SconsigliatiCeccherini non è certo insormontabile: potrebbe facilmente perdere il posto a favore di Cabrera. Non ci sentiamo di puntare su IzcoTrotta è un arma a doppio taglio, però per il suo ruolo regala pochi bonus.

FIORENTINA

Probabile formazione(4-2-3-1): Sportiello; Gaspar, Vitor Hugo, Astori, Olivera; Benassi, Badelj; Chiesa, Saponara, Eysseric; Kalinic. All. Pioli

Consigliati: Pioli è chiamato a fare quasi un miracolo dopo tutte quelle cessioni. Sportiello potrebbe rivelarsi tra i migliori. Fiducia al capitano AstoriChiesa è assolutamente da prendere: potrebbe diventare la stella della squadra. Occhio a Eysseric.

Sconsigliati: Kalinic, ad ora, è ancora un calciatore viola, ma molto probabilmente partirà, quindi evitatelo (se, invece, non dovesse partire, è da prendere). Evitate anche Sanchez: con Sousa giocava molto ma collezionava molti malus. Evitate assolutamente Tomovic, spesso distratto quando chiamato in causa

GENOA

Probabile formazione (3-5-2): Perin, Biraschi, Spolli, Zukanovic; Lazovic, Rigoni, Veloso, Bertolacci, Laxalt; Simeone, Lapadula. All. Juric

Consigliati: Nell’anno del mondiale, dell’ultimo mondiale di Buffon, ogni portiere è chiamato a brillare per consacrarsi sostituto naturale di Super Gigi. Con l’ombra di Donnarumma alle spalle, Perin è chiamato a fare la miglior stagione della sua vita. Puntate più di un fantamilione su Lapadula, l’ex bomber del Pescara ha fame di goal ed è voglioso di riscattarsi. Ok anche a Bertolacci: al Genoa ha vissuto la miglior stagione della sua vita prima di arenarsi in quel di Milanello.

Sconsigliati: Se potete non puntate su Spolli, ormai sulla via del tramonto e amante segreto del cartellino giallo. Bocciati anche Laxalt, reduce da una stagione diametralmente opposta dalle altre e con un piede fuori da Genova, spesso sotto tono e Lazovic, i pochi bonus che dà non valgono il suo rendimento estremamente altalenante.

INTER

Probabile formazione: (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Dalbert; Vecino, Borja Valero; Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi. All. Spalletti

Consigliati: Icardi può sembrare banale, ma non si può non ricordare che l’ultimo centravanti allenato da Spalletti, ovvero Edin Dzeko, ha poi vinto la classifica campocannonieri. Che lo faccia anche Mauro? Joao Mario vuole consacrarsi dopo l’annata di ambientamento appena passata, le premesse ci sono tutte. Dopo un ottimo precampionato, Skriniar può crescere sempre di più, fino a divenire una certezza.

Sconsigliati: Non lasciatevi ingannare dal Jovetic “formato estivo”, il montenegrino è solito brillare quando meno conta. Può rivelarsi l’ormai solito flop, non vi fidate troppo. Brozovic merita la “palma” come calciatore più discontinuo della rosa, non crediamo possa smentirci, non quest’anno. Chiusura dedicata ad Ansaldi, ormai relegato a seconda scelta dopo l’arrivo di Dalbert. Andateci molto cauti.

JUVENTUS

Probabile formazione (4-2-3-1): Buffon; De Sciglio, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Douglas Costa, Dybala, Mandzukic; Higuain. All. Allegri

Consigliati: sembra quasi banale dire Higuain, ma il Pipita regala sempre certezze: con lui sono assicurati almeno venti reti. Benatia potrebbe riscoprirsi killer sulle palle inattive come ai tempi della Roma, aumentando anche il minutaggio grazie all’addio di Bonucci. Ok a Marchisio: non è un potenziale titolare ma come colp low cost potrebbe sorprendere. Buffon è una certezza.

Sconsigliati: difficile trovarne più di uno o due in un simile organico. Noi sconsigliamo Cuadrado: l’arrivo di Douglas Costa potrebbe spingerlo ai margini della rosa o potrebbe addirittura lasciare Torino per cercare minutaggio altrove. Stessa sorte potrebbe toccare a Pjaca.

LAZIO

Probabile formazione (3-5-2): Strakosha; Wallace, De Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Felipe Anderson, Immobile. All. Inzaghi

Consigliati: Felipe Anderson prenderà il posto del partente Keita al fianco di Immobile, dunque promette scintille nel suo nuovo ruolo da attaccante: può essere la vostra prima scelta a centrocampo. Milinkovic-Savic vorrà migliorare il già ottimo campionato scorso, aumentando il bottino di reti collezionato di 4 reti. Marusic può sorprendere sulla destra, vincendo il ballottaggio con Basta.

Sconsigliati: Anche quest’anno Luis Alberto non dovrebbe avere molto spazio, nonostante la partenza di Keita, complice anche l’arrivo di un rinforzo in avanti. Lucas Leiva non ci convince appieno come sostituto di Biglia: bonus pressoché nulli, ma molti gialli. Fate attenzione. Come detto quando abbiamo parlato di Marusic, quest’anno Basta non sarà titolare, dunque meglio non prenderlo stavolta.

MILAN

Probabile formazione (3-5-2): Donnarumma; Musacchio, Bonucci, Romagnoli; Conti, Kessiè, Biglia, Bonaventura, Rodriguez; Suso, Silva. All. Montella

Consigliati: Il primo consigliato dei rossoneri è certamente il miglior acquisto (per ora) dell’era Fassone & Mirabelli: Leonardo Bonucci, difensore regista tutto fare, a volte anche goleador. Secondo consigliato, la garanzia del Milan buio degli ultimi anni: Giacomo Bonaventura. Come terzo consigliamo Kessiè: per ora quello che si è messo più in mostra nelle amichevoli estive, il ragazzo ha carattere.

Sconsigliati: Fantacalcisticamente parlando Biglia può essere un rischio, considerata la sua tendenza ad infortunarsi. Prendete con le pinze anche l’acquisto di Silva, forse sì, ma pur sempre proveniente dal campionato portoghese. Ponderatene l’acquisto. Sconsigliato anche Suso che, alla luce dello sbarco in rossonero di un altro attaccante, potrebbe persino perdere il posto da titolare.

NAPOLI

Probabile formazioni (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri

Consigliati: i partenopei hanno trattenuto tutti i big e preso qualche giovane rinforzo per colmare il gap li separa dalla Juventus e puntare allo Scudetto. Mertens e Insigne assolutamente da prendere dopo la passata stagione. Koulibaly è una roccia in difesa e Hamisk è una macchina da bonus.

Sconsigliati: unico problema del Napoli è la fase difensiva: Albiol e Ghoulam potrebbero essere coinvolti in qualche svarione che potrebbe far perdere punti preziosi alla squadra. Allan gioca spesso bene ma potrebbe essere definitivamente scalzato da Zielinski.

ROMA

Probabile formazione (4-3-3): Alisson; Karsdorp, Manolas, Fazio, Kolarov; Strootman, De Rossi, Nainggolan; Defrel, Dzeko, Perotti. All. Di Francesco

Consigliati: Il gioco offensivo di Di Francesco può esaltare Dzeko, ma è difficile che si confermi capocannoniere: in ogni caso, può essere una vostra prima scelta. Mahrez o non Mahrez? Nel frattempo il tecnico si gode un Perotti in formissima che può essere un top a centrocampo. E’ tornato in Italia Kolarov con il suo piede caldo: può regalare i bonus dei tempi della Lazio.

Sconsigliati: Anche quest’anno parte dietro nelle gerarchie del tecnico El Sharaawy, nonostante in un attacco a 3 possa trovarsi benissimo. Potrebbe partire, dunque meglio lasciare stare, se non da ultimi slot. Il colpo di due estati fa da 16 milioni di euro Gerson è da evitare anche quest’anno, avrà pochissimo spazio. Bruno Peres nella passata stagione ha fatto disperare parecchi fantallenatori: con l’arrivo di Karsdorp e il recupero di Florenzi è meglio ignorarlo all’asta.

SAMPDORIA

Probabile formazione (4-3-1-2): Viviano; Sala, Silvestre, Ferrari, Murru; Barreto, Torreira, Praet; Ramirez; Quagliarella, Caprari. All. Giampaolo

Consigliati: In attesa che si risolva la grana Schick, in attacco convince Caprari, autore di un gran precampionato e di una rete anche in Coppa Italia. Praet vorrà mostrare tutto il suo potenziale, cosa non fatta nel corso della passata stagione complice il nuovo ruolo in cui ha giocato. Ferrari ha dimostrato già a Crotone di essere molto affidabile, anche in fase realizzativa.

Sconsigliati: Non vi diciamo di evitarlo, ma quest’anno andate con più cautela su Quagliarella, reduce da molti problemi fisici, oltre alla concorrenza con il giovane talentino Kownacki. Linetty dovrà far fronte non solo al classico ballottaggio con Praet, ma anche alla concorrenza di Verre. Sala non convince appieno sulla fascia destra.

SASSUOLO

Probabile formazione (4-3-3): Consigli, Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Berardi, Falcinelli, Politano. All. Bucchi

Consigliati: Acerbi è la solita garanzia che ogni anno goal più, goal meno, regge mezza difesa da solo: prendetelo. Promosso pure Sensi, destinato a guadagnarsi un posto da titolare in nel centrocampo emiliano. Tra i tre d’attacco il nome più caldo è quello di Falcinelli, che potrebbe vivere l’anno della sua consacrazione.

Sconsigliati: Tre i nomi da evitare dei nerazzurri: in primis Cannavaro e Missiroli. Il primo ormai è mero uomo spogliatoio, mentre il secondo è troppo fragile e non dà la garanzie di molte presenze. Il terzo bocciato? Berardi, con una condizione: se pagato troppo (es. non più di 25 su 500). L’anno scorso visse anche un buio periodo, collimato da una misteriosa assenza dai campi, puntateci, ma il giusto: i rigori, poi, non sono più il suo forte.

SPAL

Probabile formazione (3-5-2): Meret, Oikonomou, Vicari, Felipe; Lazzari, Mora, Viviani, Grassi, Costa; Paloschi, Antenucci. All. Semplici

Consigliati: Della neo promossa di Ferrara, vi consigliamo caldamente di puntare su Meret, Viviani e…Antenucci. Meret deve dimostrare di saperci fare, e quale miglior occasione che difendere la porta di una squadra appena sbarcata in Serie A? Viviani, invece, quando mette da parte i bollenti spiriti, è un’ottima pedina, anche in chiave bonus. Antenucci può dire la sua come quinto – sesto attaccante di una rosa.

Sconsigliati: Da non prendere assolutamente sia Oikonomou, tra i peggiori del Bologna l’anno scorso, che Grassi, sempre più fantasma di se stesso. Il terzo bocciato, a sorpresa, ma pur sempre tale, è Paloschi: ormai dagli anni del Chievo, non si hanno notizie di un suo goal. Meglio evitare di scommetterci troppo.

TORINO

Probabile formazione (4-2-3-1): Sirigu; Zappacosta, N’Koulou, Moretti, Barreca; Rincon, Baselli; Iago Falque, Ljajic, Berenguer; Belotti. All. Mihajlovic

Consigliati: Nonostante il pressing asfissiante del Milan, Belotti vuole diventare capocannoniere con la maglia del Torino. Dunque, l’obiettivo sarà superare i 26 gol dell’anno scorso. Come ammesso anche da lui stesso, Ljajic si trova benissimo sulla trequarti, può e vuole segnare di più. Zappacosta sta migliorando sempre di più: quest’anno è tra i top in difesa.

Sconsigliati: Con tutta probabilità non avverrà nemmeno in questa stagione l’esplosione di Boyé: troppa la concorrenza, l’arrivo di Berenguer complica tutto. Valdifiori non è adatto per giocare a due in mediana, difficilmente partità titolare quest’anno. De Silvestri ha fatto bene sia nel precampionato, sia nella sfida di Coppa Italia contro il Trapani: non illudetevi, Zappacosta è inamovibile sulla destra.

UDINESE

Probabile formazione (4-3-3): Scuffet, Widmer, Danilo, Nuytinck, Pezzella; Fofana, Hallfredsson, Jankto; De Paul, Perica, Thereau. All. Del Neri

Consigliati: Fofana torna da un brutto infortunio, fino ad allora, però, aveva fatto benissimo, divenendo uno dei pezzi più pregiati dell’asta di riparazione: prendetelo. Sì anche a Widmer, portare d 6.5 e assist. Ultimo, ma non per importanza Perica: il croato, vista la partenza di Zapata, quest’anno può dire la sua.

Sconsigliati: Danilo è un sano portatore di malus, evitatelo. Bocciati anche Hallfredsson, la cui ultima stagione al top risale ai tempi del Verona, e clamorosamente a sorpresa, Thereau: il suo ginocchio lo ultimamente condanna spesso a stare fuori dai campi, difficile che possa ripetere la stagione dello scorso in cui scrisse il suo record di goal stagionali.

VERONA

Probabile formazione (4-3-3): Nicolas; Caceres, Ferrari, Heurtaux, Souprayen; Romulo, Buchel, Bessa; Cerci, Pazzini, Verde. All. Pecchia

Consigliati: Al ritorno in Serie A dopo un anno di assenza, Pazzini vuole tornare a segnare come una volta, forte anche dei 23 centri nel campionato cadetto. Tipico bomber da ultimi slot. Bessa ha un piede niente male: può essere molto pericoloso sia dalla distanza, sia da calcio piazzato. Ferrari intriga, è un ottimo prospetto che può giocare anche come terzino destro.

Sconsigliati: Cerci non gioca praticamente da un anno, dunque ha bisogno di tempo per recuperare la forma fisica, potrebbe non bastare l’intera preparazione estiva con la squadra. Non svenatevi per lui. Fossati in B ha giocato molto l’anno scorso: occhio, perché quest’anno non sarà così, i titolari sono inamovibili. Caceres arma a doppio taglio per le condizioni fisiche: dopo aver fallito le visite mediche con il Galatasaray a gennaio, ed essere scartato dall’Inter, al Southampton ha giocato solo una partita, poi sempre fermo. Vietato esagerare nella spesa, può far male e giocare poco.

A cura di Francesco Raguni, Giuseppe Perrotta e Matteo Duraj.
APRI un CONTO con bet365 e RICEVI IL SUPERBONUS per i nuovi giocatori del 100%.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008