Una nuova stagione

Mentre tutti sono impegnati a decidere cosa fare in extremis la sera di Ferragosto, noi di Novantesimo – oltre che al calciomercato – stiamo già pensando all’inizio di una stagione di Serie A, all’inizio di una nuova stagione di fantacalcio.

Ecco quindi a seguire tutti i rigoristi e i tiratori di punizioni dei 20 protagonisti della Serie A TIM 2017 – 2018.

ATALANTA

Per la Dea il tiratore designato da Mister Gasperini per i rigori sarà sicuramente il Papu Gomez, dietro lui il nuovo acquisto Ilicic, fanalino di coda Petagna.

Le punizioni, in teoria, spetteranno prima all’ex Fiorentina e poi all’ex Catania.

BENEVENTO

Il rigorista n.1 dei campani dovrebbe essere Coda, suo vice sarà Ceravolo, a sua volte sostituibile da Ciciretti.

Le punizioni saranno ripartite tra il piede di Cataldi e quello di Letizia.

BOLOGNA

Mister Donadoni ha scelto: i rigori spetteranno a Mattia Destro, in caso di sua assenza dagli 11 metri andrà Verdi. Krejci sarà il terzo rigorista.

Proprio Verdi e Krejci saranno anche gli incaricati delle battute dei calci piazzati.

CAGLIARI

Dal dischetto, per i ragazzi di Mister Rastelli, sarà Joao Pedro. Borriello e Farias saranno invece le alternative al n.10 del Casteddu.

Pure i calci piazzati saranno competenza di bomber Borriello e di Joao “Meravigliao”, come lo chiamano alcuni tifosi.

CHIEVO

Il rigorista n.1 del Chievo è sempre lui Sergio Pellissier. Qualora però non giocasse dal dischetto andrebbero o Birsa o Inglese.

Le punizioni dalla lunga distanza saranno competenza dello sloveno ex Milan, in alternativa a battere andrà Radovanovic.

CROTONE

Il tiratore dagli 11 metri dei pitagorici sarà Budimir, vecchio amore dei rossoblù. Nelle gerarchie calabresi sotto di lui vi sono Trotta e Stoian.

Per quanto riguarda i calci piazzati i battitori saranno, in ordine, Kragl e Barberis.

FIORENTINA

Qualora non andasse al Milan, il rigorista della Viola sarebbe Nikola Kalinic. Babacar sarà la seconda scelta, Saponara la terza.

Le punizioni spetteranno a Saponara e Chiesa.

GENOA

Per il Grifone i rigoristi saranno il Cholito Simeone e Gianluca Lapadula. In caso di loro assenza, dagli 11 metri andrà Miguel Veloso.

Proprio il portoghese è l’incaricato dei calci piazzati, con Bertolacci pronto a sostituirlo.

INTER

Per conto di Mister Spalletti, a sfornare +3 dal dischetto sarà Mauro Icardi. Candreva sarà la seconda scelta, Eder la terza.

L’ex Lazio sarà, invece, l’incaricato n.1 per la battuta delle punizioni, con Borja Valero subito dietro nelle gerarchie dei battitori.

JUVENTUS

Il rigorista dei campioni d’Italia sarà la Joya Paulo Dybala. Higuain e Pjanic saranno i suoi sostituti.

Le punizioni saranno, invece, competenza esclusiva dell’ex Palermo e dell’ex Roma.

Occhio a Bernardeschi come possibile outsider sia dei tiri dagli 11 metri che dei calci piazzati.

LAZIO

Biglia non c’è più, dunque è Immobile il re indiscusso dei rigori, come testimoniato dalla partita in Supercoppa contro la Juve; in alternativa, dal dischetto dovrebbe andare Felipe Anderson.

Per le punizioni l’unico tiratore designato è Felipe Anderson, con Lucas Leiva possibile variante.

MILAN

Quest’anno il Diavolo è pieno di rigoristi: Silva potrebbe essere il favorito, ha tirato (e segnato) anche in amichevole; poi ci sono KessieBiglia e Rodriguez. Occhio anche alla sorpresa Bonucci.

Lo specialista assoluto è il neo-arrivato Calhanoglu, uno dei più bravi tiratori al mondo, può essere pericoloso pressoché ovunque. Se non c’è lui tocca a Rodriguez, ottimo sinistro, come visto in Europa League.

NAPOLI

Se c’è Mertens tocca certamente a lui, in alternativa potrebbe esserci Insigne, come accaduto anche nello scorso campionato. Milik relegato e terza scelta.

Come per i rigori, così come per le punizioni: Mertens in pole position, il piede è sempre caldo; Insigne come seconda scelta, con GhoulamMilik possibili outsiders.

ROMA

Il cecchino Perotti senza la presenza di Totti domina incontrastato, davanti a Dzeko e De Rossi, parecchio più defilati.

Sulle punizioni con tutta probabilità andrà Kolarov dalla distanza, mentre può toccare a Strootman o Perotti da posizioni più ravvicinate.

SAMPDORIA

Quagliarella l’unico rigorista della squadra blucerchiata. In sua assenza potrebbe andare Caprari dal dischetto.

Il designato è il solito Torreira, tiratore della passata edizione sia con crossi morbidi sia con tiri pungenti, in alternativa il neo-arrivato Ramirez.

SASSUOLO

Quest’anno sembra tornato a pieno regime, dunque tocca a Berardi andare dal dischetto. Altri abili tiratori sono Falcinelli e Politano, come testimoniato dalla passata stagione. Occhio alla sorpresa Acerbi.

Anche per quanto riguarda le punizioni tocca al talento calabrese, con Sensi che andrà in caso di possibili traversoni lunghi. Come terza scelta tocca a Politano, dotato di un gran sinistro.

SPAL

Antenucci nella passata stagione è stato il rigorista di riferimento degli estensi, ma quest’anno c’è da sudare: è probabile che Paloschi insidierà il suo posto, dunque saranno in perenne ballottaggio, con il primo favorito.

Qui il favorito incontrastato è Viviani, arrivato da due mesi da Bologna con la fama di gran tiratore di punizioni, dato il piede fatato che largamente ha dimostrato nel tempo. In alternativa potrebbe andare Antenucci per una soluzione di potenza.

TORINO

Nonostante i molteplici errori della passata stagione, dal dischetto andrà Belotti, anche per aiutarlo nell’eventuale rincorsa al titolo di capocannoniere. Dopo di lui nelle gerarchie c’è Iago Falque, leggermente più avanti di Ljajic.

Anche qui ci sono ben pochi dubbi, chi tira le punizioni in casa Torino è Adem Ljajic, da ogni posizione. Se non c’è lui scalpita Iago Falque, complice il suo pericoloso sinistro.

UDINESE

Per i rigori? Zero dubbi, se c’è Thereau va lui: è intoccabile dal dischetto per Delneri, nonostante l’errore dello scorso anno. In alternativa potrebbe andare Lasagna.

Per le punizioni invece ci sono diversi nomi in ballottaggio: il favorito è De Paul, tiratore dello scorso anno. In caso di sua assenza potrebbe toccare a Thereau.

VERONA

Come l’anno scorso, anche quest’anno il rigorista per eccellenza degli scaligeri è Giampaolo Pazzini, sempre decisivo in B. Il suo alter ego sarà Cerci, spesso rivelatosi infallibile nel passato.

In questo caso potrebbe dipendere dalla posizione: da destra potrebbe partire Cerci, mentre da sinistra c’è Bessa dotato di un gran piede.
APRI un CONTO con bet365 e RICEVI IL SUPERBONUS per i nuovi giocatori del 100%.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, nel 2021 si laurea in giurisprudenza. Ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore". Attualmente frequenta un master presso la 24OreBusinessSchool.