ESCLUSIVA – Nicchi: “La VAR funziona bene e migliorerà ancora. Chi non l’ha ancora accolta lo farà presto”

Nicchi AIA

Intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni direttamente da Prato in occasione della serata chiamata “La Conoscenza delle Regole”, l’ex arbitro e presidente dell’AIA Marcello Nicchi ha parlato di ciò che concerne l’arbitraggio italiano e dell’utilizzo della VAR in queste prime giornate del campionato di Serie A TIM 2017-18.

Bilancio sicuramente positivo sulla VAR, lo dicono anche i numeri
“Sì, per i bilanci è ancora un po’ presto ma si incominciano già a delineare quelli che sono i risultati di questa nuova applicazione tecnologica. E’ uno strumento che funziona bene e che funzionerà sempre meglio, per il momento ha dato il grande beneficio di giocare le partite in serenità e ci sono state pochissime proteste, pochissime simulazioni e pochi errori. Ciò significa che in un mondo arbitrale come quello italiano, dove c’è un livello tecnico già molto buono, con l’aggiunta di questo strumento tutti si sentono gratificati e protetti”

Perché ci sono ancora alcuni allenatori che si oppongono, come Allegri e Montella?
“Io non mi riferisco a nessuno e dico soltanto che, in generale, chi non ha capito ancora la bontà della VAR lo capirà presto anche perché è uno strumento migliorabile ma dal quale non si può tornare indietro. Di conseguenza, tutti quelli che ancora non ne hanno apprezzato il funzionamento si dovranno adeguare”

Dove si può migliorare? 
“Si può migliorare in tutto, ogni volta che si richiede l’intervento della VAR vuol dire che c’è un dubbio e quindi qualcosa non è stato fatto bene. Di conseguenza meno dubbi, meno VAR, meno interruzioni e gioco più fluido”

Vedremo mai arbitri in sala stampa a fine partita per commentare i vari episodi?
“Facciamo piano, stiamo correndo troppo. Credo che per ora in sala stampa c’è già tanta gente che si presenta e magari se ne potrebbe fare anche a meno visto che la sala stampa è un luogo pericoloso dove si parla ancora con l’adrenalina alta. Però mai dire mai, per il momento va bene così. Se si parla di meno e si gioca di più vuol dire che il risultato è già stato raggiunto”

Ha sentito le dichiarazioni di De Laurentiis oggi? 
“Credo che non abbia altre domande da fare”

L’obiettivo di questa serata qui a Prato? 
“Questa è una serata conviviale dove uno dei nostri arbitri più importanti, Rocchi di Firenze, incontra i giornalisti e dove ci saranno scambi di opinioni e, si spera, un’ottima occasione per parlare di calcio e coesione poiché tutti quelli che scendono in campo per le partite devono sempre remare nella stessa direzione”

CONDIVIDI