Napoli e Juventus si affronteranno stasera (ore 18) in una sfida, come sempre sentitissima, che potrebbe risultare decisiva sia per il percorso in campionato delle due squadre, sia per il futuro di Gennaro Gattuso sulla panchina azzurra.

A poche ore dal big match della ventiduesima giornata, abbiamo contattato Carlo Alvino, giornalista e telecronista molto vicino alle vicende partenopee, che in esclusiva ai microfoni di Novantesimo.com ha rilasciato alcune considerazioni sul momento degli azzurri e sulla sfida odierna contro i bianconeri.

A cosa è dovuto il momento del Napoli? Colpa dei troppi infortuni, di un periodo non facile a livello psicologico o ci sono anche equivoci a livello tattico?

“Io credo che ci siano un po’ tutti questi fattori nel momento delicato del Napoli. C’è la problematica degli infortuni sicuramente, con Gattuso che non riesce a schierare l’undici tipo da mesi. La situazione è figlia di un Napoli fragile mentalmente: dopo Inter-Napoli c’è stata un’involuzione in seno alla squadra, anche di carattere tattico. Anche Gattuso stesso sta vivendo un momento delicato: non riesce più a trasmettere quelle sicurezze che dava ad inizio stagione e ciò influenza negativamente il rendimento dei calciatori.”

Che partita si aspetta?

“Il Napoli parte nettamente sfavorito. Fino a qualche settimana fa avrei detto il contrario, ma ora la Juve è in salute e gli azzurri sono reduci dalle sconfitte di Genova e Bergamo, con il morale al minimo. Se aggiungiamo anche gli assenti, la Juve è attualmente favorita.

Dal Napoli mi aspetto una prova di grande orgoglio. Calciatori, allenatore e società sanno che questa partita per i tifosi non è come le altre e quindi mi aspetto che nonostante le defezioni ed il morale sotto i tacchi il Napoli riesca a gettare il cuore oltre l’ostacolo, giocando da squadra e da cooperativa di mutuo soccorso, come non accade da tempo. Il risultato finale non lo so, ma ai tifosi farebbe piacere vedere una squadra disposta al sacrificio e pronta a sudare ed onorare la maglia dal 1′ al 90′.”

L’esito della gara di domani potrebbe essere decisivo per Gattuso. L’allenatore calabrese merita di conservare la panchina fino a fine stagione o il Napoli deve optare per un cambio in pachina?

“Gattuso merita di terminare la stagione sulla panchina azzurra, soprattutto per quanto fatto vedere ad inizio anno con tutta la squadra a disposizione. Lo merita anche perchè non vedo tanti Harry Potter con la bacchetta magica che possono raggiungere facilmente il posto Champions, vero obiettivo della società. Nonostante le difficoltà il quarto posto è ancora raggiungibile e spero che Gattuso possa giocarsi le sue carte fino a fine stagione, poi ognuno farà le sue valutazioni.”

De Laurentiis potrebbe prendere decisioni drastiche in caso di sconfitta con la Juventus?

“I risultati purtroppo contano, ma credo che De Laurentiis voglia vedere una reazione del Napoli. In questo caso il risultato verrà messo in secondo piano. Se il Napoli dovesse perdere lottando, sacrificandosi, con la voglia di provare a vincere, la società non prenderebbe alcuna decisione nonostante la sconfitta. Una sconfitta che ci può stare: la Juventus è più forte, ha Cristiano Ronaldo ed il Napoli deve fare i conti con gli infortuni. In caso di sconfitta a corredata da una prestazione tecnico-tattica insipiente come quella del primo tempo a Bergamo, a quel punto le cose potrebbero cambiare. Tifo però per Gattuso, persona per bene, e per il Napoli. Una vittoria darebbe molto morale per le partite future.”

La redazione di Novantesimo.com ringrazia il giornalista Carlo Alvino per la disponibilità concessa.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008