Questa sera allo stadio San Paolo andrà in scena la partitissima Napoli-Juventus, che da qualche anno è considerata ormai un match Scudetto.

In vista della gara di questa sera, noi di Novantesimo abbiamo intervistato Gianni Di Marzio, ex allenatore dei partenopei e dirigente bianconero in seguito, che ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni.

Qual è il suo pronostico per la partita di questa sera?

“1, secondo il Napoli è favorito perchè è più in forma della Juventus, gioca meglio ed avrà un pubblico eccezionale dalla sua parte.”

Una vittoria del Napoli potrebbe essere decisiva ai fini del campionato?

“No, ma sicuramente darà più forza e convinzione al Napoli. Il campionato tuttavia è ancora lungo e bisogna considerare che settimana prossima c’è Juventus-Inter, con i nerazzurri che stanno facendo bene e sono un’insidia.”

Gli azzurri sono i favoriti per lo Scudetto?

“La squadra di Sarri è la prima in classifica ed ha un piccolo vantaggio sulle altre, ma la favorita resta la Juventus, che ha vinto gli ultimi 6 scudetti.”

Chi sarà il giocatore decisivo stasera?

“Mertens.”

Cosa manca al Napoli per andare avanti in campionato e soprattutto in Champions?

“Mancano i due infortunati, Ghoulam e Milik, e serve che aumentino il tasso tecnico della squadra.”

Cosa serve invece alla Juventus?

“Allegri deve trovare la quadra, finora ha cambiato 10/11 formazioni manca quello.”

Secondo Lei, stasera peseranno più le assenze di Milik e Ghoulam o quelle dell’ultim’ora di Mandzukic e Höwedes?

“La Juve ha un organico nettamente superiore al Napoli, quindi l’assenza di un giocatore è coperta da una delle riserve. Al Napoli no, se manca Ghoulam, che è un uomo importante a sinistra, Mario Rui non è alla sua altezza e nemmeno Hysaj, che è un terzino destro adattato a sinistra; e se servisse un centravanti di peso, Sarri non lo ha a disposizione. Quindi peseranno più le assenze del Napoli che quelle della Juventus.”

 

A cura di Alessio Nanni. Si ringrazia il signor Gianni Di Marzio per l’estrema cortesia e disponibilità.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008