La partita tra Empoli e Milan, valida per il 6° turno della Serie A TIM, è terminata 1-1: all’autogol di Capezzi al 10′ ha risposto Caputo su rigore al 71′.

Il Milan scende in campo voglioso di riscattarsi dopo il pareggio contro l’Atalanta in extremis, mentre l’Empoli vuole ripartire dopo la sconfitta di Sassuolo. I rossoneri partono subito forte, controllano bene il pallone e riescono a passare dopo 10′: dopo un’azione insistita di Laxalt sulla sinistra, il pallone arriva a Biglia, il quale scaglia un missile verso la porta che, complice la deviazione decisiva di Capezzi, termina in rete. Gli azzurri non stanno però a guardare ed impensieriscono Donnarumma in due occasioni: Bennacer tra il 27′ ed il 32′ manda in porta sia La Gumina che Caputo, ma il portiere campano è bravo a negare il gol sia al primo in uscita che al secondo, grazie anche all’aiuto del palo. Dopo le due parate del numero 1 della Nazionale, è però l’altro estremo difensore a mettersi in mostra: nel finale di tempo Terraciano è bravo a respingere su Suso e sui molteplici tentativi di Bonaventura, ma è strepitoso nel mettere in corner una ribattuta a botta sicura di Kessie. I miracoli del portiere empolese fissano così il risultato parziale sullo 0-1.

La ripresa riparte su ritmi più bassi ma regala più spettacolo poichè le squadre si allungano: il Milan spreca molto in contropiede ed inizia a soffrire le sporadiche folate offensive dell’Empoli, con Romagnoli che riesce a controllare gli assalti di La Gumina e Caputo. Il difensore scuola Roma si rende però protagonista in negativo al 71′, quando commette una grave ingenuità che decide la partita: il capitano rossonero regala palla a Mchelidze in area e successivamente commette fallo sul georgiano. L’arbitro Fabbri assegna il rigore ai padroni di casa, prontamente trasformato da Caputo. Nel finale il Milan prova il forcing con Castillejo e Cutrone al posto di Borini e Calhanoglu, ma Terraciano è ancora miracoloso con tre grandi interventi su Suso. Il portiere nato in provincia di Caserta tiene a galla l’Empoli ed al Castellani finisce così 1-1: il Milan resta tredicesimo a quota 6 punti, uno in più dei toscani diciassettesimi.

EMPOLI (4-3-1-2): Terracciano 7,5; Di Lorenzo 6, Maietta 6,5, Silvestre 6, Veseli 6; Bennacer 6, Capezzi 5,5 (dal 75′ Rasmussen s.v.), Krunic 6,5; Traorè 5,5 (dall’81’ Brighi s.v.); La Gumina 5 (dal 65′ Mchelidze 6,5), Caputo 7. A disp.: Provedel, Fulignati; Lollo, Jakupovic, Untersee, Marcjanik, Ucan, Mraz.All. Andreazzoli

MILAN (4-3-3): G.Donnarumma 7; Calabria 5,5, Musacchio 6, Romagnoli 5, Laxalt 6; Kessie 5,5 (dal 78′ Bakayoko s.v.), Biglia 6,5, Bonaventura 6,5; Suso 6,5, Borini 5,5 (dal 73′ Cutrone 6), Calhanoglu 5,5 (dal 73′ Castillejo 5,5). A disp.: Reina, Donnarumma A., Mauri, Zapata, Abate, Simic, Rodriguez, Halilovic. All. Gattuso

ARBITRO: Michael Fabbri di Ravenna

MARCATORI: autogol Capezzi al 10′, Caputo su rigore al 71′ 

AMMONITI: Calabria al 46′ p.t., Maietta al 53′, Capezzi al 55′, Laxalt all’84’

ESPULSI: –

NOTE: due minuti di recupero nel primo tempo, quattro minuti nel secondo tempo

TOP NOVANTESIMO – Terraciano 7,5 Prima e dopo l’insperato pareggio salva l’Empoli con diversi interventi di pregevole fattura, la parata su Kessie ha del miracoloso.

FLOP NOVANTESIMO – Romagnoli 5 Sbaglia clamorosamente in uscita, regalando palla a Mchelidze, e non contento lo stende in area di rigore, condannando il Milan al pareggio.



CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.