Dopo il fischio finale di Empoli-Inter, il tecnico dei nerazzurri Luciano Spalletti, uscito dal Castellani coi tre punti grazie alla rete nella ripresa di Keita Baldè, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per analizzare il match disputato dai suoi.

Queste le parole del tecnico ex Roma: “Sono partite che diventano pericolose se affrontate con la mentalità sbagliata. Conosco bene Iachini e so cosa sa dare alla squadra in questi momenti. Inizialmente non siamo riusciti ad essere brillanti, non siamo riusciti a fare possesso in sicurezza. Nel secondo tempo siamo andati meglio, loro avevano speso un po’ di fatica, noi con alcuni 1 contro 1 e con alcune individualità gli abbiamo creato più di un problema, però quando riprendevano palla attaccavano bene gli spazi. Era fondamentale vincere e credo sia anche giusta la vittoria.”

Su Keita, nell’ultimo periodo molto decisivo: “Abbiamo un collettivo che anche se manca qualcuno lo si sostituisce con la stessa qualità. Chiaro che tutti insieme non possono giocare, tra Lautaro, Keita, Mauro. Se si riesce a prendere il meglio da tutti si possono portare soddisfazioni a casa. Keita si sa far voler bene da tutti, viene sempre gioioso all’allenamento, è quello che cazzeggia di più, sa parlare perfettamente la lingua. Rispetto a quanto si diceva quando era alla Lazio io ho trovato un’altra persona.”

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.