Allo stadio Carlo Castellani di Empoli i padroni di casa guidati da Iachini ospitano l’Inter di Spalletti per la 19esima giornata di Serie A. I biancoazzurri non vincono dal 9 dicembre nel 2-1 interno col Bologna, mentre i nerazzurri sono reduci dalla vittoria per 1-0 sul Napoli a San Siro.

Gli ospiti si presentano col tridente offensivo composto da Keita,Icardi e Perisic, con Politano pronto a partire dalla panchina, così come Nainggolan, escluso dalla sfida col Napoli nell’ultimo turno. Iachini schiera i suoi col 4-3-1-2 coi soliti Caputo e La Gumina come perni offensivi.

ANALISI DELLA PARTITA


Lenta e poco brillante la manovra dell’Inter nei primi minuti che concede non poco ai padroni di casa: Traorè e Pasqual ci provano più volte ad inquadrare la porta di Handanovic. Al 28′ il neo entrato Zajc imbucato da Pasqual di testa non trova lo specchio; risponde subito l’inter con Politano che scalda i guanti di Provedel. I primi quarantacinque minuti non riservano particolari emozioni, se non un autogol sfiorato da Silvestre.

Al rientro dagli spogliatoi Keita mette a segno il gol del vantaggio, ma l’arbitro La Penna ferma tutto per offside del senegalese. Passa appena un quarto d’ora e l’ex Lazio, su cross basso di Vrsaljko, gira correttamente in porta un pallone lentissimo quanto preciso che batte, stavolta regolarmente, Provedel. Sfortunatissimo l’Empoli che, dopo aver perso nel primo tempo Pasqual e La Gumina, perde anche Antonelli subentrato all’ex capitano della Fiorentina. A cinque dal termine Icardi trova il primo tiro in porta, disinnescato dall’estremo difensore di casa. Dopo tre minuti di recupero La Penna fischia la fine del match: Spalletti si prende i tre punti nella sua Empoli e accorcia sul Napoli al secondo posto.

EMPOLI (4-3-1-2): Provedel; Veseli, Silvestre, Rasmussen, Pasqual (38′ Antonelli, 74′ Mchedlidze); Acquah, Bennacer, Traoré; Untersee; Caputo, La Gumina (24′ Zajc). All.Iachini.

INTER (4-3-3): Handanovic; Vrsaljko, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino (57′ Nainggolan), Borja Valero (68′ Lautaro), Joao Mario; Keita Baldé (83′ D’ambrosio), Icardi, Perisic. All. Spalletti.

Arbitro: Federico La Penna (sez. Roma 1)

Ammoniti: 69′ Lautaro (I), 74′ Bennacer (E)

Marcatori: 72′ Keita

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.