Il presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi, ha parlato del suo ex giocatore ora trasferitosi al Bologna, Lukasz Skorupski:

Voglio verificare se Skorupski è diventato consapevole del suo limite. Guai se uno si sente infallibile e ritiene che la colpa sia sempre degli altri. Eppure il primo anno era andato alla grande, con Giampaolo aveva fatto un campionatone. È normale, quando ti aspetti una crescita e questa crescita non arriva, non puoi che restarci male. A un certo punto mi sono messo l’animo in pace. Era giusto che lo gestisse il preparatore dei portiere, Skorupski era un uomo suo. Ha grandi potenzialità, ma grandi per davvero. Ha però un limite altrettanto importante: la presunzione. Voglio dire che secondo lui non era mai colpa sua, ma del compagni. Faccio un esempio: quando doveva lavorare su un suo aspetto debole e magari gli veniva anche fatto notare, mai una volta che lo ammettesse” 

Continuando: “Chissà, è un anno che non lo vedo e non lo sento,forse ha imparato. Nel caso in cui avesse imparato sarebbe un portiere da Roma, da Napoli, da Inter, insomma, da squadra da scudetto e per il Bologna sarebbe un lusso. Ha potenzialità fisiche e tecniche straordinarie, una volta che avrà messo a posto quell’aspetto della sua testa sarà un grandissimo portiere. Ripeto, magari in questi mesi ha fatto il salto di qualità anche in quel senso. Sono curioso di vederlo in campo con continuità”

CONDIVIDI
Tifosissimo del Milan! Oltre al calcio, appassionato di Formula 1, Basket, Tennis e Ciclismo. Uno dei redattori all'interno di Fanta90. Gestisce la rubrica dedicata al calcio spagnolo: LaLiga Futbòl.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008